CONDIVIDI
debutto show facciamo che io ero

Dopo poche ore dal debutto dello show “Facciamo che io ero” di Virginia Raffaele, i giudizi sono più che positivi. L’esordio dell’imitatrice romana in prima serata su Rai Due è stato un vero successo.

Ha registrato 3.296.000 telespettatori ed uno share del 14,6%, collocandosi al terzo posto tra i programmi di prima serata. I commenti sui social da parte del pubblico e i complimenti rivolti alla Raffaele sono stati davvero tanti.

Ieri sera Virginia ha dato vita, con l’aiuto dell’attore comico Fabio De Luigi, a due ore di puro intrattenimento, mai banali e mai noiose. Ha imitato magnificamente, come solo lei sa fare, molti personaggi, da Fiorella Mannoia a Bianca Berlinguer, da Sabrina Ferilli a Donatella Versace.

Gli ospiti, Gabriel Garko, Malika Ayane, Roberto Bolle, Francesco Gabbani e tanti altri, si sono divertiti e hanno giocato, ballato, e cantato insieme a lei, instaurando un clima di complicità e armonia.

Circondata da una scenografia circense, e accompagnata da una band e un corpo di ballo Virginia ha giocato per tutta la sera a “Facciamo che io ero”, il gioco che da il titolo al programma, che faceva da piccola insieme a sua nonna, e che fanno tutti i bambini quando vogliono diventare qualcun’altro e trasportarsi per un po’, con l’immaginazione, in un’altra realtà.

Ma l’umorismo, il divertimento e le imitazioni non sono stati gli unici protagonisti di questa prima serata. Non sono mancati infatti momenti in cui la Raffaele ha voluto affrontate alcune tematiche sociali. Come quando, senza cadere nella banalità, ha voluto concludere la prima serata del suo show con un monologo contro l’omofobia e la transfobia.

Il primo dei quattro appuntamenti non hanno fatto altro che confermare la bravura di Virginia Raffaele, che per altri tre mercoledì (24 e 31 maggio e 7 giugno) sarà in prima serata su Rai Due, a partire dalle ore 21.10

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here