CONDIVIDI

Inizia la Festa del Cinema. Da giovedì 8 a giovedì 15 maggio, una settimana intera di prezzi ridotti che porterà sicuro tanti italiani nelle sale. Ma cosa ci sarà ad attenderli? Una valanga di titoli. Sono ben 16 i film che arriveranno al cinema questo weekend. Iniziamo con quelli di produzione non italiana.

Alabama Monroe – Una Storia d’amore è stato il candidato da battere per Paolo Sorrentino agli Oscar. Diretto da Felix Van Groeningen racconta l’amore romantico e struggente tra la attuatrice Elise (Veerle Baetens) e il musicista post hippie Didier (Johan Heldenbergh). Quando i due si incontrano è amore a priva vista. Ad unirli, non c’è solo l’attrazione fisica, ma l’amore per la musica bluegrass. La loro passione viene allietata dalla nascita di una bambina, Maybelle, ma la loro felicità è destinata ad essere messa a dura prova da un evento che gli sconvolgerà la vita.

Dal dramma al thriller. Fino a prova contraria – Devil’s Knot prende spunto da una storia realmente accaduta che ha letteralmente sconvolto l’America nei primi anni ’90. Diretto da Atom Egovan con Reese Witherspoon, Colin Firth e Dane DeHaan, il film ricostruisce il caso clamoroso di mala giustizia per cui tre giovani, con un passato problematico e piccoli precedenti alle spalle, furono condannati all’ergastolo, senza alcuna prova concreta, per l’omicidio di tre bambini durante un rito satanico. L’investigatore Rox Lan e Pam Hobbs, la madre di una delle vittime, sono scettici e iniziano a scavare a fondo per capire quale sia la verità.

Jennifer Lopez e Jason Statham sono i protagonisti dell’action-thriller Parker. Il ladro gentiluomo protagonista della saga letteraria di Donald Westlake torna al cinema in cerca di vendetta per essere stato abbandonato moribondo dalla sua banda, dopo una rapina messa a segno. In coppia con un’affascinante agente immobiliare si metterà alla ricerca del bottino rubato.

Per gli amanti dell’horror c’è La stirpe del male di Tyler Gillett e Matt Bettinelli-Olpin. Due sposi novelli in luna di miele, si svegliano una mattina senza ricordare nulla della notte precedente ritrovandosi con una gravidanza tanto prematura quanto inaspettata. Il marito, Zach, decide di documentare con una telecamera ogni fase della gravidanza, ma si accorge di strani cambiamenti fisici e mentali nella moglie, Samantha. Inizialmente li attribuisce ai tipici sbalzi d’umore ma col passare dei mesi risulta evidente che il bambino che porta in grembo potrebbe avere a che fare con oscure presenze.

Più volte rimandato esce finalmente Lovelace, il biopic che ripercorre la storia e la carriera dell’attrice Linda Lovelace (interpretata da Amanda Seyfried, attualmente nel cast del nuovo film di Gabriele Muccino), diva del film Gola profonda. Si ripercorrono i suoi sfolgoranti inizi in un tipo di cinema a cui era stata costretta con la violenza dal marito Chuc Traynor, fino alla sua “emancipazione” da paladina entusiasta della libertà sessuale ad acerrima e intransigente nemica dell’industria del cinema erotico che l’aveva resa celebre.

lovelace

Dalla Spagna arriva Sex – Una commedia sentimentalmente scorretta, film Miguel Ángel Lamata del 2010 interpretata dalla star di Paso Adelante, Miguel Angel Munoz. Al centro della storia alcune coppie alle prese con i soliti problemi e soprattutto con una missione che li accomuna: (ri)conquistare un amore. Tra gag e colpi di scena comici si gioca sul concetto che in amore come in guerra non ci sono regole da rispettare. Tutto inizia quando Celeste, che sta per sposarsi con Juanjo, un noioso professore universitario, incontra Jazz, regina del gossip e depositaria di trucchi e segreti vivere al meglio una relazione amorosa. Celeste e la sua cavia perfetta, e inconsapevolmente la ragazza verrà coinvolta assieme al suo promesso sposo in un gioco perverso ma anche tanto esilarante, tra avventure improbabili, intrighi e bugie. L’amore vero trionferà?

Lucia Puenzo firma The German Doctor, thriller che si sofferma su un lato oscuro della storia recente: la latitanza in America Latina di molti criminali nazisti. La pellicola presentata a Cannes nel 2013 nella sezione Un certain regard trae ispirazione dalla storia di una famiglia argentina che ospitò, senza conoscerne l’identità, il criminale nazista Josef Mengele (interpretato da Alex Brendemuhl) che ad Auschwitz venne soprannominato “l’angelo della morte”. Ambientata negli anni ’60 la pellicola racconta il rapporto che si viene ad instaurare tra una famiglia appena arrivata a Bariloche e un carismatico medico tedesco che si offre di aiutare una delle figlie della coppia a superare i suo problemi di crescita. Ma la verità viene a galla e l’uomo si rivelerà però essere uno spietato killer.

A metà tra dramma e commedia The English Teacher con Julianne Moore racconta la storia di un’insegnante di inglese di mezza età, Linda Sinclair, la cui ordinaria vita di provincia viene sconvolta dalla visita di un suo ex studente, appena tornato nella cittadina natale dopo una fallimentare carriera come drammaturgo a New York. Linda lo sprona a non mollare e a mettere in scena una commedia nella sua vecchia scuola, finendo per mettersi in gioco lei stessa e affrontando paure e sentimenti che non pensava di provare prima di allora.

Per i più piccoli infine, c’è il film d’animazione Principessa Mononoke, capolavoro del Maestro Hayao Miyazaki che dopo diciassette anni torna nelle sale solo per sette giorni, in una versione inedita, rimasterizzata e con un nuovo doppiaggio. La storia la conosciamo: Ashitaka, un giovane combattente della tribù degli Emishi, abbandona il suo villaggio per impedire che la maledizione attirata dall’uccisione di un mostro ricada sui suo abitanti. Durante il viaggio incontra e si innamora di San, una ragazza cresciuta dai lupi, chiamata anche Principessa Mononoke, ovvero la principessa spettro.

UN COMMENTO

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here