CONDIVIDI

Trasferte, prove, una scappata a casa e poi via, riparte tutto e si ricomincia. L’agenda di Lorena Bianchetti è ricca di impegni.

Tant’è vero che pochi giorni fa ha condotto su Raiuno, insieme ad Alessandro Greco, la diciottesima edizione di Una Voce per Padre Pio.

Il programma quest’anno ha avuto molti ospiti d’eccezione, tra cui Ron e Michele Placido.

«Sono abituata a lavorare a certi ritmi, ma non mi pesa e non ci rinuncerei per nulla al mondo» rivela lei.

Forse non proprio per nulla al mondo: «Accetto quello che la vita mi riserva, quindi se arrivasse un figlio… a quel punto mi prenderei una pausa e la gioia sarebbe impagabile! Se Dio vorrà, perché non siamo noi a decidere, ci vuole pazienza».

È vero che molte donne sono diventate mamme dopo una visita al santuario del santo di Pietralcina. E anche lei è molto credente: «Lui mi ha sempre attratto per la sua grande semplicità e per il suo richiamo forte alla preghiera, al di là dei miracoli».

E infatti anche lavorativamente è molto legata al tema della fede, perché lei nel privato è molto devota: «Cerco di vivere una fede che sia incarnata nella vita quotidiana».

Anche il compagno, Bernardo De Luca, è molto cattolico: «Sì, ma viviamo tutto in maniera serena. Vorrei chiarire una cosa, perché a forza di vedermi condurre programmi religiosi si rischia di fraintendere. Io sono credente ma non fanatica! E non sopporto affatto gli eccessi».

Una carriera longeva, che le ha fatto lavorare con tanti personaggi importanti dello spettacolo.

Lei ricorda: «Il presentatore Corrado, che fu il primo a credere in me. Poi il regista Spike Lee, che nel 1997 mi scelse come protagonista di uno spot».

Seppur con una agenda fitta, non manca mai il tempo per il suo compagno e per Leone, il loro labrador, ovvero la sua famiglia.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here