CONDIVIDI

Anni ’80 è anche “Love mi Licia“. La trama del cartone animato dal quale è tratta questa perla degli anni ’80, è piuttosto semplice a ben guardare: lei, lui, l’altro. Per dirla alla Marrabbio, due capelloni e una donzella.

Kiss me Licia è uno dei cartoni che le giovani donne di oggi hanno amato indiscutibilmente per la storia d’amore tormentata fra Mirko e Licia e che sicuramente anche oggi ricordano benissimo tutte le canzoni dei Bee Hive. Infatti il cartone animato in questione è stato forse l’unico ad avere un repertorio tutto originale visto che poi Mirko e Satomi suonano nel gruppo e la storia è incentrata almeno al 90% su quello.

Ti ricordi di ''Love me Licia''?

Ma poi, dopo quel cartone successe qualcosa, di inaspettato ma di epico. Italia 1 nel 1986 decise di produrre un vero e proprio sceneggiato improntato sul cartone, chiamando “Love me Licia” e conservando tutti i personaggi, il gatto Giuliano compreso. Questa produzione live action rappresenta idealmente un sequel dell’anime e fu seguita da “Licia dolce Licia” nella primavera del 1987, “Teneramente Licia” nell’autunno del 1987 e “Balliamo e cantiamo con Licia” nella primavera del 1988.

Una giovanissima Cristina D’Avena ricoprí il ruolo di Licia, mentre Pasquale Finicelli il ruolo di Mirko.

Forse non sapevate che…

1-Nel novembre 2010, torna in replica sull’emittente gratuita La5 alle h20.00 e, nella prima puntata, la fascia in cui viene trasmesso il telefilm, registra un record di ascolti con un indice di gradimento medio sull’1% (mentre fino al giorno prima la fascia era allo 0,60%). Insieme al programma “Alisa – segui il tuo cuore”, risulta il programma più visto da La5, con una media vicina ai 500.000 telespettatori.

2-In Giappone l’anime non ebbe il successo sperato e infatti si fermò alla prima serie. In Italia invece ebbe così successo da far nascere lo sceneggiato…i casi del destino.

E la sigla ve la ricordate? No? Eccola qui, in tutto il suo splendore HD marcato anni Ottanta.

Se poi avete voglia di farvi due risate, beh potreste rivedere questo breve ma esilarante filmato. Qualche tempo fa nel programma radio “Ciao Belli” su Radio Deejay fece davvero faville.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here