CONDIVIDI

Più uomini uccido e più mi sento lontano da casa

Questa sera, domenica 7 Febbraio, Rete 4 trasmette in prima serata il film “Salvate il soldato Ryan“, diretto da Steven Spielberg nel 1998, con il quale vinse il suo secondo premio Oscar per la miglior regia.
La storia è ambientata durante la seconda guerra mondiale, in particolare nei giorni del D-Day, ed è interpretata da Tom Hanks, Edward Burns e Matt Damon.

La pellicola inizia mostrando lo sbarco del 6 giugno 1944 dell capitano John Miller (T. Hanks), arrivato con i suoi uomini a Omaha Beach. Quando il generale George Marshall (H. Presnell), comandante dell’armata anglo-americana, scopre che la famiglia Ryan dell’Iowa ha già perduto tre figli e che un quarto fratello, James Francis Ryan (M. Damon), è stato paracadutato in Normandia, oltre le linee nemiche, ordina al capitano Miller di ritrovarlo e rimandarlo a casa.

Stasera in Tv, 'Salvate il soldato Ryan': curiosità sul film di Steven Spielberg

Ecco alcune curiosità sul film:
Salvate il soldato Ryan è arrivato per la prima volta nelle sale italiane il 30 Ottobre 1998; la data di uscita originale è il 24 Luglio 1998 (USA).

Le riprese del film si sono svolte in Francia, Inghilterra e Irlanda.

Gli attori sono stati sottoposti ad un rigido addestramento militare da parte di un ex capitano dei Marines e veterano del Vietnam, Dale Dye, che li ha costretti per molti giorni a dormire nelle scomode tende militari e a sfamarsi di solo rancio.

Stasera in Tv, 'Salvate il soldato Ryan': curiosità sul film di Steven Spielberg

La lunga sequenza dello sbarco è stata girata su una spiaggia irlandese, quella vera, in Omaha, dove persero la vita 2.500 americani: il luogo è ora tutelato come località storica.

Quasi tutti i veicoli mostrati nella pellicola sono repliche perfettamente funzionanti di mezzi tedeschi della Seconda Guerra Mondiale.

A Edward Norton venne offerta la parte del soldato Ryan, ma lui rifiutò.

La parte di Caparzo è stata scritta su misura per l’attore Vin Diesel dopo che Spielberg vide alcuni dei suoi lavori precedenti.

Stasera in Tv, 'Salvate il soldato Ryan': curiosità sul film di Steven Spielberg

La lettera che viene letta dal generale George C. Marshall rappresenta la lettera scritta da Abramo Lincoln nel 1864 a Lydia Bixby, una madre di famiglia che perse i suoi cinque figli nella guerra di secessione americana.

Il film inizia e termina con il superstite che si reca a omaggiare la tomba del suo salvatore, come in Schindler’s List, un altro celebre film di Spielberg, sempre dedicato alla follia della guerra.

Il regista ha deciso di girare il film seguendo l’ordine cronologico delle scene: questo affinché la maturità dei personaggi si rispecchiasse con quella degli interpreti e aumentasse quindi la forza intensa ed emotiva per tutti gli attori.

Nel 2007 l’American Film Institute ha inserito la pellicola al settantunesimo posto della classifica dei cento migliori film americani di tutti i tempi.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here