CONDIVIDI

L’ottavo episodio di Squadra Antimafia 6, andato in onda lo scorso lunedì, si chiudeva con un clamoroso colpo di scena: Ettore Ragno (Fabrizio Nevola), scoperto il ruolo di infiltrato di Calcaterra (Marco Bocci), spara a quest’ultimo, facendolo precipitare da una scogliera.

La nona puntata si apre con il corpo (non si capisce si vivo o morto) di Domenico immerso in mare e con Rachele Ragno (Francesca Valtorta) che dà telefonicamente la notizia della (presunta) morte del poliziotto a Lara. Quest’ultima arriva sul luogo del misfatto insieme a Sandro, che esprime della sensazioni positive a proposito del fatto che Calcaterra sia ancora vivo.

La vicenda si evolve anche dal punto di vista giuridico: l’avvocato di Arcieri incontra Lara, alla quale consegna una lettera, scritta dallo stesso Arcieri prima di morire, in cui discolpa l’operato di Calcaterra. La donna, dopo aver parlato col resto dalla squadra, andrà ad assumersi le proprie colpe davanti al questore.

Il colpo di scena stavolta si manifesta in chiesa: Rosy Abate, intenta nella preghiera, viene disturbata da una figura. É Domenico, che in fin di vita, le chiede cure per la grave ferita infertagli da Ettore Ragno. Lo stesso Ragno ha poi una conversazione con De Silva a proposito dell’episodio che lo aveva visto protagonista con Calcaterra.

Nel frattempo, Lara, che continua a coordinare le operazioni, capisce che la squadra deve pressare il farmacista, l’uomo che prepara la cocaina per i Ragno, i quali vivono una sorta di guerra fratricida, con Ettore e Rachele che si aggrediscono a vicenda, e con quest’ultima che punta una pistola in faccia al fratello. A casa del farmacista viene mandato Vito Sciuto (Dino Abbrescia), che però viene sorpreso dal ritorno in casa dell’uomo. Che però, anzichè aggredirlo o ucciderlo, dopo aver parlato col poliziotto, si suicida con un colpo di pistola.

Lara deve però procedere da sola sul versante Calcaterra: mentre il questore dichiara morto l’agente, la donna si reca nuovamente sul ciglio della scogliera, dove trova un indizio decisivo, un’impronta insanguinata di Domenico. Il quale, dopo aver raccontato a Rosy dei Ragno, mentre sta per andare via, sviene. La stessa Rosy lascia poco dopo il convento.

A questo punto, dopo che Rosy parla con Ettore e Rachele Ragno, quest’ultima si dirige verso il rifugio in cui si trova Domenico, decisa a ucciderlo. Arrivata a destinazione però, Rachele non trova nessuno, visto che l’uomo, avvertito da Rosy, è scappato.

La Duomo adesso è decisa a intervenire durante l’incontro tra i Ragno e i Pesce e durante l’irruzione e il conflitto a fuoco, Ettore Ragno muore per salvare la vita alla sorella. L’altro fratello, Saro, viene arrestato da Vito. De Silva invece riesce a fuggire, diretto verso la villa di Crisalide, inseguito da Calcaterra.

Nella villa, De Silva fa una scoperta terribile: il cadavere del Grande Vecchio. La puntata si conclude con una figura che punta a De Silva una pistola alla testa: Veronica Colombo. L’ennesimo colpo di scena, che troverà il proprio sviluppo nell’episodio finale, il prossimo 10 novembre, sempre su Canale 5.

[Ph. Credits: Canale 5]

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here