CONDIVIDI
manovra governo reddito cittadinanza

La legge di bilancio 2019, approvata proprio ieri dal consiglio dei ministri prevede una serie di novità che stanno tenendo alta l’attenzione dei cittadini.

La manovra verrà presentata alla UE, con la quale gli screzi non sembrano cessare, l’iter parlamentare è invece previsto per i primi di novembre.

Per il momento non è prevista una esenzione della quota 41 o un blocco dell’età pensionabile che incrementerà invece di 5 mesi nel prossimo anno.

La riforma vedrà invece un aumento delle pensioni minime.

Ma ecco le principali novità:

Quota 100 da febbraio

La quota 100, attiva già da febbraio consentirà il pensionamento senza limiti e penalizzazioni. Nessuna riduzione dell’assegno previdenziale per coloro che sceglieranno di anticipare la loro uscita dal lavoro sfruttando questa misura.

Saranno necessari 38 anni di contributi, oltre che un’età minima di 62 anni.

Opzione Donna: sì alla proroga

Viene prorogata l’opzione donna, permettendo ancora di andare in pensione a 57 anni di fronte alle difficoltà di raggiungere i 38 anni di contributi per alcune donne.

Taglio delle pensioni d’oro

Importante provvedimento è il taglio alle pensioni d’oro, dal quale il governo recupererà 1 miliardo netto.

Verranno infatti ricalcolati gli assegni pensionistici superiori ai 4500 euro.

 

Pensione di cittadinanza

 

Cresceranno le pensioni minime che raggiungeranno una cifra che si aggira ai 780 euro, il tutto accadrà con un assegno integrativo per permettere il superamento delle situazioni critiche.

Una serie di riforme piuttosto interessanti, nonostante alcuni organi lancino l’allarme della difficile copertura economica di queste modifiche.

La proposta deve ancora passare e dovrà essere largamente discussa, subendo probabilmente alcune modifiche. Per il momento però queste sono le aspettative e, dopo la lunga elaborazione tra Lega e M5s, si presume che, data la maggioranza parlamentare, la legge passerà senza problemi. Qualche dubbio invece sulla reazione europea dove Juncker torna ad attaccare l’Italia.

La tematica del reddito di cittadinanza resta il cuore pulsante della manovra.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here