CONDIVIDI

Gli NFT sono ormai molto diffusi e il loro traffico sul web è iniziato solo negli ultimi anni, esplodendo in particolare l’anno scorso e arrivando ad un vero e proprio boom nel giro di poco tempo. Si tratta di elementi digitali che possono essere identificati come una specie di certificazione che dimostra che una determinata persona ha il diritto d’autore su quella determinata creazione digitale.

 

 

NFT: di che cosa si tratta esattamente

 

 

Non Fungible Token: è questo il significato della sigla NFT, che indica quindi degli elementi presenti sul web che corrispondono a dei beni “non fungibili”. Questo termine particolare indica che si tratta di oggetti che non presentano sostituti. Di conseguenza non hanno una loro copia, quindi sono unici e proprio per questo, molti si stanno arricchendo nel comprarli o nel venderli.

Per capire bene di cosa si tratta, si può dire che questi token siano i diritti di autore su una GIF particolare oppure su un tweet, ma anche su un’immagine che rappresenta un oggetto. Tutti questi elementi sono digitali e i Non Fungible Token sono quindi delle “certificazioni” che dimostrano che una volta acquistato quel bene, ormai il diritto d’autore diventa del compratore.

I Token in questione quindi non corrispondono all’opera stessa, ma direttamente ai diritti su di essa.

 

 

 

Quali sono le altre caratteristiche e come venderli

 

Tra le altre caratteristiche che compongono questi Token poi vi è anche il fatto di non poterli suddividere e nemmeno eliminare. Per guadagnare con la loro vendita, prima di tutto occorre informarsi sulla tematica delle blockchain, ma soprattutto anche su quella delle criptovalute, in quanto il loro valore viene valutato proprio con queste ultime. Sono queste infatti che ne permettono la vendita, ma una volta che si incasserà il guadagno, sarà opportuno poi cambiare il tutto con appositi meccanismi di Exchange, per trasformare le criptovalute in euro. Il processo inizia creando un wallet digitale e poi usando apposite piattaforme di Non Fungible Token. Si consiglia però di informarsi in modo adeguato, prima di fare mosse improvvise o di fidarsi del primo marketplace che si trova sul web.

 

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here