CONDIVIDI

Da quando Paolo Bonolis ha lasciato la guida del programma, Avanti un altro, a Gerry Scotti per ricaricarsi fisicamente e valutare nuovi progetti da proporre su Canale 5 nel corso delle prossime stagioni televisive, gli ascolti hanno subito un notevole calo. Infatti, la media di Avanti un altro con Bonolis era di oltre 4.7 milioni di spettatori al giorno con uno share del 20-21%, mentre la conduzione di Gerry Scotti ha registrato una media pari a 3.2 milioni di spettatori al giorno con uno share del 16%.

Un calo notevole che non è riuscito da gennaio a vincere una gara negli ascolti con il rivale Fabrizio Frizzi nella conduzione dell’Eredità.

In un’intervista rilasciata al Free Press milanese MI-Tomorrow, Paolo Bonolis ha confermato il ritorno alla conduzione di Avanti un altro nella prossima stagione: “Avanti un altro, come tutte le mie trasmissioni, l’ho scritto da solo con i miei conduttori. È ovvio, quindi, che sia un vestito per me e Gerry, avendo un’altra taglia si è dovuto adattare a questo abito. Certo, poi ci sono quelle parti dove il vestito va meno a pennello, ma il 16% è un ottimo risultato nel preserale di Canale 5. Ci sarà qualche sorpresa con Gerry prima della fine di questa stagione, poi riprenderò regolarmente dalla prossima”.

Paolo Bonolis riguardo all’ultimo programma da lui condotto, Le Iene presentano Scherzi a parte, ha ammesso di essere rimasto sorpreso del successo di pubblico “soprattutto pensando ad un programma realizzato in totale ristrettezza economica. C’eravamo io e una panchina. Con due cioccolatini sembrava quasi Forest Gump. Rifarlo? Non mi diverte molto lanciare filmati…” ha commentato il presentatore più amato in Italia.

“… Riprenderei Ciao Darwin perché merita e ancora oggi è molto moderno. Certo, è complesso da scrivere, condurre e realizzare, ma penso che il film premio Oscar La Grande Bellezza sia proprio Ciao Darwin. Spero di riuscire a rifarlo. Come Il senso della vita, un progetto che oggi si sposerebbe perfettamente con la mia persona: mi faccio domande, ascolto risposte e guardo con distacco e ironia a quello che le persone mi dicono, dando il giusto peso alle parole e alle emozioni” ha così continuato.

Bonolis ha anche commentato, con il linguaggio appropriato che lo caratterizza, il Festival di Sanremo “ Carlo Conti ha fatto un ottimo lavoro, con il suo stile: quello di presentare lo spettacolo, non di farlo. Ha ottenuto un risultato importante ma, va detto, in assoluta assenza di contro programmazione”. Paolo ha poi confessato di essere disponibile a rifare il Festival, ma con un’idea di rinnovamento assoluto. Magari affiancandosi Jovanotti e Corrado Guzzanti, oltre il suo fedele amico Laurenti.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here