CONDIVIDI

Morgan, ospite ieri per la prima volta a “Verissimo”, rotocalco televisivo del sabato di Canale 5 condotto da Silvia Toffanin. L’occasione per parlare dell’evoluzione che il cantante ha avuto in questi anni. Inizio surreale con il leader dei Bluvertigo che confessa una strana paura: “Di cosa ho paura? Delle edicole. Di passare davanti alle edicole. A volte ho visto brutte cose, c’ero io. Ho elaborato questa specie di psicosi, forse sono il primo“.

Una vita difficile, spesso sotto i riflettori e sommersa da critiche quella di Morgan. Alla domanda “Morgan o Marco Castoldi?” risponde molto lucidamente: “Morgan è un bravo ragazzo, ma anche un po’ burlone, discolo e fa i dischi. Morgan è il prodotto del pensiero di Marco Castoldi. Marco pensa cosa far fare a Morgan. Morgan è il personaggio, personaggio e persona sono due cose distinte: la persona è nella vita, il personaggio sta nel palcoscenico, ma non sono dottor Jekyll e Mr. Hyde. Chi fa il personaggio si ricorda quello che faceva prima. Ricordo che bevevo lattine di bibite analcoliche. L’alcol fa schifo, non ne bevo. Bisogna fare campagna anti-alcol.

Intervista interessante quella della Toffanin che verte poi nel finale sull’esperienza ad “Amici”: “Ad Amici mi trovo bene perché Maria De Filippi è una persona intelligentissima, geniale e molto libera e soprattutto crea tutto lei al momento. Lei è come me, è una donna molto curiosa, non è musicista ma talmente appassionata di musica che è sempre interessata a quello che sta ascoltando. A cena abbiamo parlato anche di Pasolini, lei è un po’ come lui, dice quello che pensa, è un alieno“.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here