CONDIVIDI

Miriam Candurro è ormai diventata un pilastro nel cast di “Un Posto Al Sole” con la sua Serena. Il personaggio che interpreta pian piano ha conquistato il cuore di tanti fan. Dagli esordi, al ruolo in “Capri”, fino a diventare oggi uno dei personaggi più amati della fiction napoletana, Miriam racconta a Blog di Cultura aneddoti e curiosità del suo lavoro e svela i progetti televisivi che la attendono nei prossimi mesi.

Ha iniziato a recitare molto giovane. Qual è stato il momento in cui ha scelto che sarebbe diventata la sua carriera, quando ha capito che era la strada giusta?

L’ho capito da subito. Appena sono arrivata su set di “Certi Bambini”, il mio primo film, mi sono sentita a mio agio, come se non fosse la prima volta. Ero tranquilla, durante le scene, non avevo ansia da prestazione…. mi sembrava di essere nata sul set!

Prima “Capri”, poi “Un posto al sole”, Napoli è una costante nella sua vita anche da attrice. Che rapporto ha con la sua città?

Beh, Napoli mi accompagna sempre in tutti i miei lavori più importanti…. io amo la mia città, sono stata una delle poche attrici napoletane a scegliere di restare qui piuttosto che andare a vivere a Roma. È una città che puoi capire solo se la vivi quotidianamente. E tante volte penso che se fossi venuta a napoli da turista, probabilmente avrei mollato tutto per scegliere di vivere qui. Nel suo suolo scorre un fuoco, del quale faccio uso quando racconto i miei personaggi.

In queste settimane col ruolo di Serena in Un posto al sole, al fianco di Filippo (Michelangelo Tommaso), sta affrontando il tema della maternità. Quali le emozioni nel vivere sul set un’esperienza che già ha avuto la fortuna di percorrere nella realtà? E qual è la differenza tra la mamma Miriam e la mamma Serena?

È stato un po’ come giocare in casa… con la differenza che avendo due figli non ho le ansie e i timori di una neo mamma…Proprio stamattina ho girato una scena in cui Serena si lamentava per non aver dormito tutta la notte e non la invidio affatto..so cosa significa e sono contenta che i miei piccoli ormai stiano crescendo!

A proposito di questo, quante somiglianze trova tra lei e il personaggio di Serena?

È dolce, comprensiva, cerca il buono in ognuno, e in questo mi somiglia molto. Ma io sono più determinata e combattiva…al suo posto mi sarei laureata 3 anni fa!

Il lavoro in Un posto al sole è differente da quello in qualsiasi altro lavoro per cinema e tv. La mole di episodi da registrare è tale da coinvolgervi in un lavoro quotidiano. Che rapporto ha instaurato con i suoi colleghi?

Ottimo. Si lavora per un obiettivo comune, ossia quello della buona riuscita del prodotto. Quindi capita spesso che ci si scambi opinioni e consigli su ciò che si è visto in onda…. e credimi in nessun altro set ho mai vissuto questa collaborazione positiva

Quali progetti ha per il futuro?

Andrà in onda avrete una miniserie per Rai 1 “Sotto copertura”, dove sarò la moglie di un poliziotto, interpretato da Simone Montedoro. Vivrò il disagio di una moglie “messa da parte” per il lavoro e reagire in maniera sbagliata a tutto questo. Sto finendo le riprese di Don matteo 10 nel quale sarò guest in un episodio.
Ora inizio le riprese di “non dirlo al mio capo” , fiction in 6 puntate per Rai 1 con Vanessa Incontrada, e non svelo nulla sul mio personaggio, se non che non sarà molto amata!

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

6 − uno =