CONDIVIDI
Marco Della Noce

Il cabarettista di Zelig, Marco Della Noce, ha raccontato come è finito in disgrazia dopo la separazione e la mancanza di lavoro.

In una intervista rilasciata a corriere tv, il comico ha spiegato i gravi problemi economici a causa di una separazione molto conflittuale.

A tal proposito ha dichiarato: “Sono arrivato ad un punto in cui mai avrei immaginato di arrivare. Sono rimasto senza lavoro, ho avuto lo sfratto da un ufficiale giudiziario. Sono più di venti giorni che non ho casa e non ho neanche più una famiglia. Nel senso che non posso neanche vedere i miei figli, non avendo un’abitazione”.

Racconta di essere finito in mezzo ad una strada e costretto a dormire in macchina. Inizialmente per il mantenimento dei suoi due figli pagava 3500 euro al mese, successivamente ridotto a 2500 euro ed ora a 1500 euro.

Il comico ha rivelato che in seguito alla crisi di lavoro non poteva garantire più il mensile previsto: “Capitava che dessi 600, 1000 euro. La controparte ha sommato ciò che dovevo pagare e quanto ho effettivamente versato. Così ho accumulato un debito. Hanno pignorato la Rai e l’agenzia per cui lavoravo, di conseguenza non ho più lavorato. Nel nostro mondo tu non è che sei indispensabile, c’è sempre un altro che arriva dopo di te e prende il tuo posto. E così sono arrivato qua”.

Infine Marco Della Noce fa un passo indietro nei ricordi di circa due anni, quando tutto ha avuto inizio: “Senza accorgermene sono caduto in una depressione abbastanza aggressiva. Ora sono in cura presso l’ospedale di Niguarda”.

Il comico di Zelig ha rivelato che ha trovato comunque molte persone comuni che hanno saputo della sua situazione e disposte ad aiutarlo.

Per il momento è tutto, restate sintonizzati con noi di blogdcultura per rimanere sempre aggiornati sulle ultime notizie dall’Italia e dal mondo.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 + 13 =