CONDIVIDI

È bufera su Maurizio Gasparri dopo la messa in onda, durante la puntata di domenica scorsa de Le iene, del servizio ‘Il beneficio del dubbio’, a firma di Enrico Lucci, in cui il vicepresidente del Senato ha usato il termine ‘handicappato‘ nei confronti dell’inviato. Incontrando Lucci, Gasparri ha esclamato: ‘Che ci fai qui? Non è l’Handicappato Day!‘.

Un’espressione che non è passata inosservata né in rete (su change.org è partita addirittura una petizione (‘Gasparri deve chiedere scusa ai disabili‘) né in politica: Matteo Dall’Osso, parlamentare del Movimento 5 Stelle e affetto da sclerosi multipla, durante un intervento in aula, ha chiesto le dimissioni di Gasparri, mandandolo nel contempo a quel paese: “Esprimiamo indignazione per lo schifoso utilizzo del termine handicappato da parte dell’Onorevole Gasparri, che dovrebbe perciò dimettersi dalla carica. Da parte mia, pur essendo portatore di handicap, sono comunque capace di mandarlo a fa****o“.

Il servizio, visibile sulla piattaforma on demand de Le Iene, vede Enrico Lucci calatosi nel contesto del Family Day, nel tentativo di instillare il dubbio (da qui il titolo) nei manifestanti a sfavore delle unioni civili e del Ddl Cirinnà.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here