CONDIVIDI
chiara ferragni acqua Evian

Reginetta del trash e del cafonal, Chiara Ferragni finisce di nuovo sotto i riflettori. Niente capezzoli in visto o matrimoni con star del pop, ma una linea personale di Acqua prodotta dalla francese Evian, dal costo di 8 euro a bottiglia. Ebbene sì, non contenta del denaro accumulato tra blog, Instagram e comparsate, la Ferragni dona il suo nome ad una serie limitata di bottiglie d’acqua dal costo di 8 euro l’una. Una torvata abbastanza bizzarra quella dell’acqua di lusso che fa storcere il naso un po’ a tutti, creando una sorta di gap tra le persone e spingendo nella direzione di un sistema di caste, tanto da differenziare addirittura l’acqua tra chi può permettersi di sperperare denaro e chi no. Sul sito della controversa iniziativa si legge:

 “Dieci anni dopo la sua collaborazione con Christian Lacroix, la prima di una serie che vede il nome Evian® associato ai designer più illustri ogni anno, l’annata del 2017 segna l’inizio di una nuova era per la famosa edizione limitata. Nella sua ultima versione ha uno sguardo originale, rinfrescante, imbevuto dell’ inseparabile allegria del marchio Chiara Ferragni”. 

Naturalmente il web si è incendiato, tra polemiche e attacchi alla Ferragni, accusata di una smodata fame di denaro, e al prestare la sua immagina per una trovata che sembra snobbare chi nel mondo muore di sete.

Qualcuno difende la starlette italiana spiegando come l’acqua Evian abbia sempre avuto un costo molto elevato, con o senza Ferragni. Il risultato finale è il solito carnevale del mondo social, con i soliti protagonisti che, presto a tardi inizieranno a stancare. Quello che si chiedono in molti però, è se la influencer avesse davvero bisogno di una simile iniziativa o se magari, nel dubbio non fosse stato meglio rinunciare alla cifra offerta ed evitarsi così le accuse ricevute che macchiano la figura pubblica della diva del web.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here