CONDIVIDI

Kevin Spacey sublime. A dirlo non è solo il fan, ma anche il telespettatore che ha assistito al primo episodio di House of Cards sul nuovo canale satellitare Sky Atlantic.

Frank Underwood, da lui magistralmente interpretato, è un democratico che lavora al congresso negli USA. Come tanti prima di lui, fa il possibile affinché il suo preferito, Garrett Walker, possa diventare il Presidente della prima potenza mondiale, con la speranza di poter avere la giusta ricompensa dopo tanto lavoro dietro le quinte. Purtroppo, però, come spesso accade, quando un posto così ambito diventa reale, si tende a dimenticare chi ha reso possibile tutto questo: Frank si ritrova, quindi, ancora una volta un passo indietro a qualcuno, in una posizione che ormai gli sta troppo stretta.
Scatta allora un meccanismo dentro di lui: vuole vendicarsi contro tutti coloro che l’hanno illuso e poi tradito, screditandoli rivelando tutti i sotterfugi e gli accordi segreti dei politici. Niente è affidato al caso, grazie anche al lavoro splendido di sua moglie Claire che lo assiste e cura con lui ogni dettaglio di questo piano strategico di ascesa al potere.
Come ogni bravo politico che si possa avere, si ingrazia anche la stampa, attraverso la penna di una giovane giornalista in attesa dello scoop che possa stravolgerle la vita: Zoe Barnes, diventata alleata ideale, farà i conti tra il botto mediatico e gli intrighi che spesso sono troppo grandi da raccontare.
Tanti i personaggi di cui Frank si servirà per ottenere ogni volta qualcosa in più.

La serie è la novità del 2013 grazie all’intensità delle scene e alla magistrale interpretazione del cast. Non è un caso che gli stessi dati auditel gli hanno dato ragione: è stato il programma più visto del serale sul satellite. E non è impresa da poco, considerando la quantità sorprendente di canali di qualità che la piattaforma Sky può contare.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here