CONDIVIDI

Biondo, occhi azzurri, accento britannico e fascino da vendere. Questo è il ritratto lampante di Jude Law, l’attore hollywoodiano che stasera sarà ospite della quinta puntata del people show “C’è Posta per te”, in onda su canale 5 in prima serata.

Ad onor del vero però, il 44enne attore londinese ha anche un grande talento attoriale. Noto al grande pubblico per i suoi ruoli in film di successo come “Sherlock Holmes”, “L’amore non va in vacanza” e “Closer”, Jude Law ha alle spalle una carriera quasi trentennale, avendo calcato i palcoscenici teatrali già all’età di 15 anni. Abbiamo selezionato per voi 5 curiosità da sapere sul suo conto, che forse non tutti sanno.

INSTANCABILE PLAYBOY

Oltre che per le sue performance attoriali, Jude Law è conosciuto per la sua fama di inguaribile rubacuori. Dal 1997 al 2003 è stato sposato con l’attrice Sadie Frost, mamma dei suoi tre figli Rafferty (20 anni), Iris (16) e Rudy (14).
Nel 2003 si innamora, durante le riprese del film “Alfie”, della collega Sienna Miller, con la quale inizia una lunga e rocambolesca storia d’amore, interrotta nel 2009 quando Jude diventa padre di una bambina, nata dalla brevissima relazione con la modella Samantha Burke.

Ma le avventure del bell’attore non sono ancora finite qui. Solo l’anno scorso, è diventato padre per la quinta volta: a dargli una bambina dopo una relazione durata solo 6 settimane è la cantante Catherine Harding, di 18 anni più giovane.
“Sono pazzo per le donne e vorrei sedurle tutte!”, queste le parole dell’attore rilasciate a Vanity: messaggio ricevuto, caro Jude!

jude-law-2

DUE VOLTE CANDIDATO AL PREMIO OSCAR

Ma come detto, Jude Law è soprattutto un attore talentuoso, tanto da ricevere nel corso della sua carriera due candidature ai Premi Oscar. Nel 1999 è nominato come Miglior attore non protagonista per “Il talento di Mr. Ripley” – in cui interpreta in maniera brillante il cinico ed estroverso Dickie Greenleaf -; mentre nel 2003 riceve la candidatura a Miglior attore protagonista per il ruolo di Inman Balis in “Ritorno a Cold Mountain”.

Insomma, dietro a quell’aspetto da angelo, si cela un interprete di tutto rispetto.

RUOLI MANCATI

A causa di impegni lavorativi già presi, l’attore britannico si è trovato più volte in passato a dover rifiutare ruoli importanti che hanno poi decretato il successo di altri attori, come nel 2003, quando rifiutò la parte di Will Turner in “La maledizione della prima luna”, ruolo che lanciò la carriera del collega Orlando Bloom.
Anche nel 2002 fece la fortuna di Tom Hardy, rifiutando di vestire i panni del Pretore Shinzon nel film “Star Trek: La nemesi”.

STIMATO ATTORE DI TEATRO

Jude Law non è solo cinema. La sua carriera comicia infatti in teatro a soli 15 anni, quando inizia a recitare al National Youth Music Theatre di Londra, dove interpreta numerosi ruoli sia comici che tragici che lo porteranno a spostarsi dal Regno Unito direttamente sui palcoscenici più prestigiosi di Broadway ed a collezionare numerosi riconoscimenti.
Ancora oggi non disdegna di lavorare con ottimi risultati in spettacoli teatrali di alto livello: è del 2010 la candidatura ai Tony Awards come Migliore attore in un dramma per l’Amleto di Shakespeare.

SARA’ ‘THE YOUNG POPE’ PER SORRENTINO

Ebbene si, l’aitante Jude vestirà gli abiti talari per interpretare Pio XIII (un pontefice immaginario) nella miniserie televisiva “The Young Pope”, che racconterà gli anni di pontificato di un Papa italo-americano dalla complessa e controversa personalità.
La serie, le cui scene ambientate in Italia sono state girate la scorsa estate tra Roma e Viterbo, è prodotta da Sky e HBO e vede alla regia l’italianissimo Paolo Sorrentino. Un ruolo impegnativo per Jude Law, che per la prima volta è protagonista di una serie tv dopo le esperienze dei primi anni ’90 in alcune puntate di “Families” e “Il taccuino di Sherlock Holmes”.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here