CONDIVIDI

Il finale della sesta stagione di Game of Thrones è stato senza dubbio un duro colpo al cuore: Jon Snow giace nella neve, morto, con buona “pace” del pubblico (soprattutto di quello femminile). Eppure tra indiscrezioni del cast, paparazzate sul set e teorie strampalate da parte dei fans più incalliti, siamo stati tutti pervasi dal germe del dubbio.

L’ultima a essere intervenuta sull’argomento è la sorellina del guardiano della notte, l’attrice Maisie Williams (interprete di Arya Stark), che durante un’ intervista rilasciata a una trasmissione britannica ha spiegato come venga quotidianamente bombardata da domande circa il futuro di Jon e come la sua risposta sia sempre la stessa, categorica: “È morto, mi dispiace molto”.

Dobbiamo quindi arrenderci? Ovviamente no. Speriamo che sia un bluff e che la giovane attrice abbia semplicemente voluto scatenare ulteriore panico tra i fans della serie e alimentare l’attesa per l’inizio della nuova stagione. Dopo tutto le prove a sostegno della non-morte di Jon Snow sono molte, a partire dai recenti avvistamenti di Kit Harrington a Belfast, sede di uno dei più importanti set della serie, anche se rimane la possibilità che si trovasse sul set per girare delle scene ad effetto flash-back.

Insomma, le indiscrezioni sono tante e altrettanti i dubbi, quindi potremmo prendere in prestito il paradosso di Schrödinger e affermare che Jon Snow sia contemporaneamente vivo e morto fino a quando non apriremo la “scatola” della sesta stagione. Noi aspettiamo fiduciosi. La speranza (e almeno questo è certo) è sempre l’ultima…a morire.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here