CONDIVIDI

Ieri sera puntata ricca di servizi quella de “Le iene” dall’intervista a Matteo Salvini a vari truffatori che si aggirano nel nostro Paese. Tra quelli più scandalosi ritroviamo ancora una volta il problema dei preti pedofili. Questa volta Giulio Golia, nella sua inchiesta, si occupa di un sacerdote a dir poco “affettuoso” con i suoi più giovani fedeli, alcuni perfino minorenni.

Nel servizio del veterano de Le iene, tre ragazzi complici di Giulio Golia si recano in diversi momenti dal sacerdote per cercare conforto dai propri problemi sentimentali: il primo adulto, il secondo appena maggiorenne, il terzo ha diciotto anni ma dice al prete di averne sedici. Il comportamento del parroco, però, è lo stesso: abbracci continui, tocchi e palpeggiamenti indiscreti a viso, petto e pancia e persino baci sulla bocca, oltre a sistematiche critiche del genere femminile e inviti a rimanere in forma, magari andando in palestra. Uno dei tre accetta l’invito nella casa del prete, che sul proprio divano ripete gli stessi comportamenti.

Le stranezze però non sono finite; quando un extracomunitario entra in canonica per chiedere un aiuto al sacerdote per il permesso di soggiorno, non solo il prete si rifiuta di stringergli la mano, ma poi chiede al ragazzo italiano, che gliela aveva stretta, di pulire le proprie con un gel igienizzante. Alla fine del servizio è lo stesso Golia ad andare, per completezza, a chiedere un po’ di comprensione, ma il prete si infuria e, dandogli del mascalzone, lo caccia.

Ecco il video del servizio de Le Iene del 29 ottobre 2014.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here