CONDIVIDI

Spulciando sui social network per cercare qualche notizia in più su Luigi Tuccillo, protagonista della quattordicesima edizione del Grande Fratello, è impossibile non individuare subito due grandi amori: la scrittura, ed un cane di nome Kaya. Se il secondo (almeno dalle tante foto) sembra corrisposto a pieno, il primo è invece un sogno che sta iniziando a realizzarsi con la pubblicazione di un romanzo intitolato “La colpa della verità”. E proprio all’interno della casa del Grande Fratello è riuscito un po’ a sbottonarsi parlandone:” L’ho scritto tutto immaginando le scene, è un po’ particolare perché sono partito delle immagini”.

Difficile immaginare che un ragazzo abituato all’avventura, a viaggiare, abbia deciso di rinchiudersi nella casa più spiata della tv, ma altrettanto difficile credere che una volta iniziata questa esperienza voglia abbandonarla prima della fine.

Il percorso nel Grande Fratello di Luigi non è stato fino ad ora dei più semplici; l’eliminazione di Peppe è stata una brutta botta, tanto inaspettata per l’affetto che il fratello riscuoteva tra i coinquilini, tanto difficile da metabolizzare. Proprio questa uscita però è emblematica di come attorno ai due si fosse creata una fama sbagliata di strateghi, di calcolatori all’interno del gioco. Qualche giornale aveva visto dietro alla forte unione tra i fratelli Tuccillo e alla loro capacità di fare gruppo con altri concorrenti, il tentativo di creare una fazione capace di isolare presunti rivali e spingerli fuori dalla competizione. Ma proprio l’addio al reality di Peppe lo scorso giovedì, smentisce di fatto ogni congettura.

La settimana seguente Luigi ha rischiato di dover seguire il fratello, in ballottaggio con Igor per l’ eliminazione. I due che inizialmente sembravano aver legato all’interno della casa, sono stati protagonisti di una serie di scontri in questi giorni, con il concorrente ucraino che è arrivato a definirlo “finto buonista”. La tensione è stata molto alta, l’esito del televoto più che mai incerto, e tra i due ormai ogni occasione sembrava buona per un’accusa o un litigio. Luigi però ce l’ha fatta, è rimasto nella competizione e questo può essere il momento per ripartire.

Una cosa però sembra evidente arrivati in questa fase della gara; il carattere di Luigi fa si che viva la competizione dando tutto sè stesso. L’allontanamento dai compagni, i silenzi che caratterizzano le sue giornate nella casa, le incomprensioni con Rossella e con altri coinquilini con cui sembrava avere un buon feeling, non sono altro che la conferma che ci tiene ad andare avanti e che non vive con serenità una nomination che, forse si aspettava in seguito ad una serie di dinamiche accadute tra i concorrenti, ma che, non gli ha dato nemmeno il tempo di rimettersi dalla delusione per l’uscita del fratello.

Scambiare questa sorta di auto isolamento con una strategia è sbagliato, e anzi diventa al contrario strategico l’attacco continuo nei suoi confronti per farlo sembrare diverso da com’è realmente.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here