CONDIVIDI

Un episodio interamente incentrato su Salvatore Conte, dicevamo. Anche troppo. Nel terzo appuntamento con Gomorra 2, il giovane e carismatico boss interpretato da Marco Palvetti lascia violentemente le scene.

Lo fa per mano di una congiura del solito Ciro Di Marzio (e chi, sennò?). Dopo una processione ecclesiastica organizzata dalla Chiesa, l’obiettivo di Conte è quello di far fuori Ciro, proprio all’interno del luogo consacrato, a causa di un’intercettazione telefonica che palesava le intenzioni traditrici di Ciro nei confronti del boss. Arrivati però al momento topico, con Salvatore incombente sull’Immortale, uno dei suoi uomini, coinvolto nella congiura di Ciro, taglia la gola a Conte, che muore dissanguato.

Uno dei personaggi più interessanti di Gomorra (che aveva palesato nello stesso episodio una relazione con un transessuale) lascia così la serie. Ciro Di Marzio, d’altro canto, si conferma ancora una volta Immortale.

Gomorra 2, la scioccante morte di uno dei protagonisti (SPOILER)

[Foto: Sky Atlantic]

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here