CONDIVIDI

Il 24 aprile è vicino. E in quella data potremo finalmente gustarci il primo episodio della sesta stagione di Game of Thrones. Il pubblico ha già fatto le proprie previsioni per queste dieci nuove puntate che, lo ricordiamo, saranno ancora una volta slegate dai libri, questo per non anticipare ai lettori quanto succederà nell’inedito romanzo di Martin.

Partiamo dalle gelide terre del nord: l’ultima puntata della quinta stagione si è chiusa con la raccapricciante immagine di Jon Snow prossimo alla morte. Ma in base ai numerosi sneak peak rilasciati e alle parole di cast e produttori, il più affascinante dei Guardiani della Notte non è morto. Che ne sarà di lui? Con ogni probabilità, Jon potrebbe fingere il suo decesso, e nascondersi in un luogo sicuro per poter colpire gli ammutinati. Magari potrebbe anche ritrovarsi con il fratellastro Bran, e grazie a lui comunicare con chi gli è rimasto fedele al Castello Nero.

Daenerys potrebbe tornare a Meeren insieme a un khalasar? Forse, visto che ne ha incontrato uno durante le sue peregrinazioni dopo aver cercato di salvare il suo drago. La città è ora tornata in mano agli schiavisti, e i suoi alleati non avranno vita facile. La madre dei draghi ha però dalla sua Jorah Mormont, perdutamente innamorato di lei, e il furbo Tyrion Lannister. Non è detto che i due si incontreranno, ma di sicuro il Folletto aiuterà la legittima erede al Trono di Spade, anche per assicurarsi una vita comoda a corte.

Tornando sulla terraferma di Westeros, Stannis Baratheon è ormai certamente morto. Forse solo Jamie Lannister, abbandonate le lusinghe della sorella, potrebbe porre fine alla situazione di terrore scatenata dai Bolton. Il nemico del mio nemico è mio amico? Anche questa perla di saggezza sta per essere confutata.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here