CONDIVIDI

La tanto attesa e acclamata sesta stagione di Game of Thrones è giunta alla fine: il decimo episodio The Winds of Winter chiude una serie che ha finalmente dato qualche soddisfazione al pubblico e che potrebbe essere premessa dell’ancor più atteso nuovo volume della saga, la cui uscita è continuamente posticipata.

Al centro di quest’ultima puntata troviamo le reali origini di Jon Snow, dato alla luce dall’agonizzante Lyanna Stark, sorella di Ned. Tutte le teorie portano a Rhaegar Targaryen, figlio primogenito del re Aerys il Folle e fratello di Daenerys, come vero padre di Jon: sarebbe dovuto essere lui l’erede al Trono di Spade, ma qualcosa è andato storto. Sposato con Elia Martell, principessa di Dorne, ebbe due figli, la piccola Rhaenys e Aegon: la coppia però non sembrava veramente innamorata.

Tutto precipita quando Rhaegar concentra la propria attenzione su Lyanna Stark, sorella di Eddard e promessa sposa a Robert Baratheon, il quale ne è sinceramente innamorato. Targaryen e Stark si danno alla fuga, ma l’accaduto è visto come un rapimento, ed è questo l’evento che porterà al rovesciamento dei Targaryen e all’ascesa al trono di Robert, desideroso di vendetta nei confronti del principe.

Il giovane Rhaegar, infatti, tanto bello e talentuoso quanto amato da moltissime donne, finisce per essere ucciso nella battaglia del Tridente, mentre la sua famiglia è sterminata dai Lannister. Su di lui però è nata una delle teorie più famose dell’intera saga, riassunta semplicemente nella sigla R+L=J. Cosa significa?

Semplice: stando anche a quanto ci ha suggerito l’ultimo episodio di Game of Thrones 6, Jon Snow sarebbe il frutto del concepimento clandestino tra Rhaegar e Lyanna, l’incontro tra il drago e il metalupo. A cosa porterebbe una simile circostanza, se fosse vera? Di certo le mire per il dominio dei Sette Regni sarebbero di nuovo accresciute, e Jon, erede di un’alleanza tra le casate più nobili di Westeros, potrebbe diventare un valido candidato a sedere sul Trono di Spade. La prossima stagione sarà senz’altro quella decisiva a proposito di questa rivelazione.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here