CONDIVIDI
Credits: Game of Thrones/HBO

La sesta stagione di Game of Thrones, serie cult targata HBO ispirata ai romanzi di George R.R.Martin è giunta al suo epilogo, e come ogni gran finale che si rispetti, anche questo episodio speciale di oltre un’ora ha riservato clamorosi colpi di scena che vanno a modificare completamente gli assetti per il tanto desiderato Trono di Spade. A farne le spese è addirittura Re Tommen Baratheon, sovrano in carica, vittima della spietata vendetta della madre nei confronti dell’Alto Passero.

Il giovane Tommen, molto distante nel carattere dal cinico fratello Joffrey, si era dimostrato fino ad ora un sovrano giusto ma facilmente influenzabile; negli ultimi episodi l’Alto Passero e i suoi Septon erano riusciti infatti a trasformarlo in una sorta di marionetta, tanto da spingere la madre Cersei ad una decisione spietata, quella di radere al suolo l’intero culto durante l’attesissimo processo.

Mentre l’Alto Fuoco distruggeva con le sue fiamme parte di Approdo del Re, Tommen attonito osserva sua moglie e le altre vittime mentre resta bloccato dalla Montagna nella sua stanza.

La scena finale che lo interessa è struggente, e vede un ragazzo che ha smarrito ogni certezza e confuso, trafitto dal dolore decide di togliersi la vita. Tommen si getta dalla finestra e con lui finisce la dinastia dei Baratheon, lasciando posto ad una Cersei più terrificante che mai.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here