CONDIVIDI

Francesco Facchinetti, figlio d’arte divenuto prima famoso per Capitan Uncino e successivamente presentatore, ha rilasciato delle dichiarazioni particolari nel corso di un’intervista cn la Balivo.

«A 10 anni scappavo di casa. Ho vissuto senza gas e luce…».

Parla così nel salotto di Rai 1, raccontando un’infanzia complicata che l’ha portato a scappare di casa.
«Quando i miei genitori si sono separati è diventato tutto più difficile. I bambini non dovrebbero stare in mezzo a queste dinamiche. A 10 anni scappavo di casa. Andavo dai barboni del mio paese e stavo con loro. Anche a loro piaceva stare con me».

Facchinetti racconta momenti particolari, e una vita che l’ha portato a conoscere le persone meno fortunate di lu, persone che lo apprezzavano e con le quali ha stretto amicizia da bambino.

Poi aggiunge «Per un periodo mia madre mi ha fatto vivere come un hippie in una comune, senza gas e luce. Per questa ragione a 18 anni ho iniziato a volere sempre più cose. Adesso invece l’unica cosa importante sono i miei 4 figli».

Un Facchinetti inedito che si racconta senza freni.

Dopo le dichiarazioni sulla difficile infanzia di questo personaggio televisivo, siamo curiosi di sapere se ci saranno risposte da parte dei genitori.

Facchinetti è infatti figlio del tastierista dei Pooh, Roby Facchinetti, tornato alla ribalta nella scorsa stagione nel corso del caso Riccardo Fogli.

Parole forti quelle di Facchinetti che dimostra una notevole maturità e il desiderio di una vita normale, al di là del mondo dei vip e dello spettacolo che, come abbiamo visto innumerevoli volte, è sempre pronto a scaricare, soprattutto i personaggi minori come lui.

L’ex dj Francesco ha commosso tutti con le sue parole, raccontando delle immagini molto belle della sua infanzia e spiegando come è nato il personaggio che è diventato.

Un’intervista interessante che Caterina Balivo porta  a casa assieme ai tanti successi della stagione.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here