CONDIVIDI

Rio de Janeiro. Stadio Maracanà. Lo spettacolo della finale della Coppa del Mondo 2014 tra Argentina e Germania è stata una festa dove in campo le due compagini si sono date dura battaglia. Alla fine è stato un trionfo per i tedeschi con il gol al 113′ dei supplementari con Mario Gotze. Mentre sul campo si consumava il dramma sportivo dell’Argentina di Leo Messi, con qualche errore di troppo da parte dell’arbitro italiano Rizzoli, i telespettatori non se la passavano meglio. La Rai e Sky non sono nuove ad errori e anche questa sera non si sono fatte mancare una serie di strafalcioni.

La coppia Stefano Bizzotto e Beppe Dossena ha commentato il match per la tv pubblica arrivando a dichiarare presente nell’11 titolare un calciatore in realtà assente. I tifosi infatti non hanno saputo nulla dell’infortunio nel riscaldamento di Khedira, ma a quanto pare anche i telecronisti ne erano all’oscuro tanto da accorgersene dopo ben 3′. Tralasciando gli altri piccoli sbagli durante la partita il bello arriva alla fine: subito dopo la fine i due dichiarano che la vittoria tedesca è la prima dopo la caduta del Muro di Berlino e la riunificazione. La Germania ha trionfato ai Mondiali di Italia 90, proprio contro la stessa Argentina, mentre il Muro di Berlino è caduto il 9 novembre 1989. Le basi per l’unificazione sono state poste nella firma del decreto per fissare le elezioni nel Dicembre dello stesso anno. Non è un vero errore quindi quello della coppia perché la riunificazione è avvenuta ufficialmente il 3 ottobre del 1990, ma sicuramente una precisazione storica non gli avrebbe fatto male.

Purtroppo non è finita qui visto che anche la pay tv di Sky ha offert la telecronaca con la ormai collaudata coppia Bergomi-Caressa, che dai Mondiali 2006 fanno da speaker per le notti iridate azzurre. Questa sera tra il “giggioneggiare” del Beppe campione del mondo nel 1982 e il “pugno aperto” di Caressa ne abbiamo sentite per tutti i gusti. La perla è però la trasformazione del direttore di gara: Nicola Rizzoli viene ribattezzato in continuazione Rosetti, ex arbitro ritirato da tempo. Ennesima svista per Fabio che quando sta per iniziare il secondo tempo supplementare dichiara “ora gli ultimi 15′ dei tempi supplementari e poi eventuali supplementari”. Sicuramente gli spettatori non si sono annoiati, ma i più precisi avranno preferito staccare l’audio e regalarsi un auto-commento speriamo migliore di quello televisivo.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here