CONDIVIDI
Corona carcere

Fabrizio Corona torna in carcere.

Il Re dei paparazzi dovrà inoltre scontare ancora una volta i 5 mesi di terapia per dipendenza dalla cocaina.

Quella presa dai giudici è una: “soluzione non solo necessitata ma anche adeguata” al “livello di consapevolezza” di Fabrizio Corona, secondo loro ancora “inadeguato”, dal momento che le regole imposte sono state violate numerose volte.

Corona, dopo un ritorno sulle scene con tanto di libro, apparizioni televisive, viaggio in Honduras e gossip vari, deve tornare in carcere.

Una decisione, quella dei giudici, che piace poco all’opinione pubblica che la vede come un ingiusto accanimento nei confronti di un personaggio assolutamente non pericoloso e che sta semplicemente pagando una serie di errori che non hanno in fin dei conti fatto male a nessuno.

Fatto sta che la legge è questa e, a volte, reati minori vengono scontati con più pesantezza che omicidi e stupri.

Di sicuro gli avvocati di Corona faranno il possibile per convertire la pena in arresti domicialiari.

Per il momento però il Re dei paparazzi resta in cella, dove, ancora una volta si troverà a passare i suoi giorni.

L’accanimento sembra a molti evidente e il web si schiera quasi all’unisono con Corona.

Certo, gli vengono imputate una serie di leggerezze e la violazione di numerose regole.

C’è da dire però che Fabrizio Corona non si è messo a compiere reati o simili, ma ha semplicemente violato alcune restrizioni che gli erano state date.

Ancora una volta Corona è in galera, una situazione che non fa altro che accrescere l’aura mitica che circonda ormai il personaggio.

La speranza è che Corona possa, in qualche modo, risolvere la situazione.

Questa volta però sembra che i giudici non siano pronti a nessuno sconto, le loro regole sono state prese sotto gamba e snobbate, poco rimane a Fabrizio per difendersi o chiedere riduzioni di pena.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here