CONDIVIDI

Dieci puntate che sono state uno dei grandi successi televisivi della stagione, nonostante la breve durata e la temibile concorrenza nei palinsesti, e già si sente la mancanza di Fiorello e i suoi con l’ormai programma cult di Sky Uno “Edicola Fiore”. Il doppio appuntamento giornaliero con lo showman siciliano, dopo aver registrato ascolti altissimi per il satellitare, e dopo aver conquistato con una formula tanto semplice quanto efficace, si è concluso pochi giorni fa. Ma la speranza che torni presto non è così vana, e a confermarlo è lo stesso Fiorello in un’intervista rilasciata a Mario Calabresi durante l’appuntamento con “Repldee”.

Un impegno massacrante quello che ha coinvolto Fiorello, che lo avrebbe distrutto fisicamente, ma che gli piacerebbe ripetere presto. La data ideale sarebbe quella di Ottobre, con un format che dovrebbe ricalcare quello sperimentale ma riuscitissimo di questi giorni, con al fianco il volto noto di Sky, Stefano Meloccaro.

Un bar, persone comuni ormai da tempo accanto a Fiorello, e una serie di gag riuscitissime, a partire dall’ormai celebre imitazione di Virginia Raggi, candidata Sindaco a Roma nell’ultima tornata elettorale.

Fiorello poi non lesina anche qualche critica alla Rai, quando ricorda di avere proposto il format anche alla tv pubblica, ma di avere incontrato contrattempi e dubbi dissipati subito invece dall’organizzazione di Sky, che gli ha fornito in pochissimo la location ideale per trasformare la sua Edicola Fiore in uno dei programmi televisivi dell’anno.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here