CONDIVIDI

Nessuno vuole staccare la spina a Dylan Dog che, dopo anni e anni di servizio nella caccia a mostri e presunti mostri, sembra aver perso in modo definitivo la retta via.

Sarebbe stato bello vedere un episodio finale molto tempo fa, adesso invece il povero Dylan deve districarsi tra smartphone e meteore e, come se non bastasse una serie TV.

A quando pare infatti, Atomic Monster di James Wan si unirà alla Casa editrice di fumetti Sergio Bonelli Editore per realizzare una serie TV in lingua inglese basata sul fumetto cult Dylan Dog.

La speranza è, almeno, che la serie si concentri sul Dylan Dog di Sclavi e non sulle strane derivazioni successive.

“Dylan Dog” prenderà vita in una live action di 10 apidosi ispirata al popolare fumetto che vede protagonista il celebre “Indagatore dell’incubo”.

Staremo a vedere se, una direzione USA, potrà dare a Dylan Dog la qualità che merita, o se ci troveremo di fronte all’ennesimo snaturamento di un eroe forte di storie incredibili, purtroppo trasformato dai suoi non autori, e dalla volontà di portare avanti all’infinito una serie perfetta fino all’abbandono di Sclavi.

La speranza è che la seria rimanga fedele al fumetto originale e, soprattutto, che spinga nuove persone a interessarsi ai primi numeri di una delle storie italiane più fortunate di sempre che ci piacerebbe vedere ricordata per numeri da brividi e storie commoventi degne dei più grandi fumetti internazionali, anziché per i nuovi corsi, gli spin-off e le libertà prese negli ultimi anni da Bonelli che lasciano davvero perplessi i fan della serie.

Dylan Dog torna tra i grandi nomi, tutto adesso è nelle mani di Atomic Monster e della sua gestione di un personaggio fondamentale della cultura italiana, che ci piacerebbe vedere tornare agli albori.

Partiamo prevenuti, ma non escludiamo una bella sorpresa per Dylan Dog.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here