CONDIVIDI
Florian Ballhaus

Questa sera Canale 5 trasmette “Il diavolo veste Prada“, film diretto da David Frankel nel 2006 e interpretato da Meryl Streep e Anne Hathaway.

Il film è ambientato a New York e racconta l’esperienza lavorativa di una semplice e determinata ragazza, Andrea Sachs (Anne Hathaway), assunta dalla famosa rivista di moda “Runway” come assistente di Miranda Priestly (Meryl Streep). Andy si ritroverà catapultata in un mondo a lei completamente sconosciuto, dove la sola ambizione sembra non bastare mai per fronteggiare l’autoritaria e intransigente Miranda.

“Il diavolo veste Prada” è stato tratto dall’omonimo libro di Lauren Weisberger: l’autrice compare anche in un cameo del film nei panni della tata delle due gemelle, figlie di Miranda Priestly (la scena è quella in cui le gemelle sono in viaggio sul treno). Al film hanno preso parte anche le modelle Gisele Bündchen e Heidi Klum, la prima delle quali ha accettato di partecipare al film con la condizione che il suo ruolo non fosse quello di modella.

Florian Ballhaus
Florian Ballhaus

In un cameo appare anche lo stilista Valentino Garavani, l’unico tra gli stilisti ad aver accettato di comparire ricoprendo il ruolo di se stesso. Il famoso stilista italiano disegnò il bellissimo abito da sera nero che Meryl Streep indossa nella scena del museo.

Per il ruolo di Miranda Priestly erano state selezionate anche Helen Mirren e Kim Basinger, ma alla fine Meryl Streep è riuscita ad avere la meglio. Tutto il guardaroba indossato dall’attrice durante il film è stato poi da lei donato ad un’asta di beneficenza.

Parlando sempre di vestiti: la maggior parte degli abiti indossati da Emily Blunt (che nel film interpreta Emily Charton , la prima assistente di Miranda), sono di Vivienne Westwood.

Florian Ballhaus
Florian Ballhaus

Il ruolo della Blunt si ispira a Plum Sykes, scrittrice ed assistente della vera Anna Wintour, alla quale si ispira, invece, il personaggio di Miranda Priestley.

Anne Hathaway, invece, per calarsi meglio nei panni di Andy Sachs ha fatto volontariato per un breve periodo come assistente presso una casa d’aste. Per il suo personaggio si candidarono anche Juliette Lewis e Claire Danes.

Il primo giorno di riprese, Meryl Streep si è rivolta ad Anne Hathaway, dicendo “Credo che tu sia perfetta per la parte. Sono felice che lavoreremo insieme. E questa è l’ultima cosa carina che ti dirò“. E così, in effetti, fece.

Florian Ballhaus
Florian Ballhaus

La copertina del numero di Runway dietro la scrivania di Emily, con le tre modelle in copertina, è basata su una copertina di Vogue del 2004, con Priscilla Presley, Lisa Marie Presley e Riley Keough.

Nel film sono stati usati vestiti per una cifra di almeno un milione di dollari, ma poiché la costumista Patricia Field aveva un budget di soli 100.000 dollari, la maggior parte ei vestiti sono stati prestati.

Il film ha riscosso molto successo e ottenuto numerosi premi: nel 2007 ha ricevuto anche due Nomination agli Oscar come Miglior attrice protagonista (Meryl Streep) e Migliori costumi (Patricia Field).

Con un budget di produzione di 35 milioni di dollari, il film ha incassato oltre 326 milioni di dollari a livello mondiale, proclamandosi come un vero e proprio successo al botteghino.

Florian Ballhaus
Florian Ballhaus

Il 4 giugno 2013 è uscito negli Stati Uniti “Revenge wears Prada“, il sequel del romanzo da cui è tratto questo film, uscito in Italia con il titolo “La vendetta veste Prada, il ritorno del diavolo“. Il romanzo è ambientato otto anni dopo il fortunato prequel e ritrae una Andy Sachs ormai divenuta editore capo della rivista “The Plunge“, dedicata ai matrimoni, la cui Public Relation è la nemesi di Andrea, Emily Charlton. Il romanzo parla di un incontro tra Andy Sachs e Miranda Pristley, e ha fatto molto discutere la possibilità che venisse portato di nuovo sul grande schermo. Ma, almeno per il momento, il sequel cinematografico ancora non c’è stato.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here