CONDIVIDI

Cristina Donadio, che sta per tornare a lavorare in teatro con “Le Baccanti” rivela qualche anticipazione sulla terza stagione di “Gomorra”.
E rivela: “La gente mi chiama Scianel, ma non temo di restare intrappolata nel personaggio. Potrei cominciare ad avere paura di questo se nel settore in cui lavoro registi e sceneggiatori iniziassero a propormi sempre lo stesso ruolo”.
La fiction “Gomorra” e il personaggio di Scianel le hanno regalato grandi soddisfazioni. Di recente, però, la Donadio è andata incontro a una delusione. L’attrice napoletana ha deciso di togliersi un sassolino dalle scarpe e regala qualche anticipazione sulle nuove puntate della serie che tornerà su Sky da fine ottobre.
Lei che a “Le Giornate del Cinema Lucano” ha ritirato il premio Eilato Diamonds Award per la carriera è molto soddisfatta di se stessa: “Sono stata onorata – dice l’attrice napoletana – di aver ricevuto un premio in una manifestazione così importante, che ha visto la partecipazione di tanti illustri colleghi. Spero di tornare a Maratea anche nei prossimi anni, magari con nuovi e appaganti progetti da presentare al pubblico e agli addetti ai lavori”.
Infatti proprio lei, da diversi anni, è uno dei volti di punta della fortunata serie di Sky, “Gomorra”, ma la sua vita non è cambiata poi così tanto: “Quella che invece è cambiata è la percezione che il pubblico, le persone hanno di me”.
E lei ha reagito alla grande a questo cambiamento di percezione: “Nel mio piccolo, continuo a vivere la mia vita di sempre, a girare in motorino. Per intenderci: non ho nessuna bodyguard e quando sono in giro non cerco di camuffarmi in nessun modo, perché per me rappresenterebbe un fero fallimento. Perché la mia vita viene prima di tutto il resto. Ci tengo a specificare che non vivo questo cambiamento come un cosa brutta, perché so che è una cosa bella”.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here