CONDIVIDI

“Se io trovassi un posto a questo mondo che mi facesse sentire come da Tiffany, comprerei i mobili e darei al gatto un nome!”

In questo 1 Gennaio del 2016, l’anno riparte, e su Rete 4 riparte molto bene: il canale, infatti, trasmetterà in prima serata il famoso film cult “Colazione da Tiffany“, tratto dall’omonimo romanzo di Truman Capote.
Questo film è stato diretto nel 1961 da Blake Edwards e ha come protagonista la bellissima Audrey Hepburn, una delle figure di maggior spicco del cinema statunitense negli anni cinquanta e sessanta.

Il cast comprende anche altre attori, quali: Patricia Neal, George Peppard, Buddy Ebsen, Martin Balsam, José Luis de Villalonga, John McGiver e Alan Reed.

La trama del film ci presenta i due protagonisti, Holly (Audrey Hepburn), una ragazza di New York, abituata al lusso e ad una vita di piena libertà, e Paul (George Peppard), giovane scrittore, mantenuto da una ricca signora.

Colazione da Tiffany su Rete 4: curiosità sul film

Holly tiene tiene spesso dei party con lo scopo di adescare un ricco milionario da sposare, per poter vivere di rendita: i suoi piani vengono però sconvolti quando conosce Paul.
I due, infatti, vivono nello stesso palazzo e ben presto si innamorano l’uno dell’altra.

Ecco alcune curiosità sul film:
Il film “Colazione da Tiffany” è tratto dll’omonimo romanzo di Truman Capote, ma la sceneggiatura (che ricevette anche una nomination all’Oscar) di George Axelrod si discosta moltissimo dal libro.

Infatti, per esempio, nel libro lo scrittore, nel trattare il personaggio di Holly, allude molto alla sua presunta bisessualità, ma nel film questo elemento è stato completamente eliminato per rendere il personaggio più adatto alla Hepburn, e anche per una sorta di autocensura.

Lo scrittore, inoltre, avrebbe voluto come protagonista principale la bellissima Marilyn Monroe, che lui riteneva più adatta ed estroversa della Hepburn.

Colazione da Tiffany su Rete 4: curiosità sul film

Un altro elemento che discosta molto il film dal libro riguarda la scena del bacio tra i due protagonisti: nel romanzo, infatti, non è presente il lieto fine coronato dalla scena del bacio finale tra Holly e Paul, mentre il film trova il giusto equilibrio e massimo romanticismo proprio in questa scena, dove i due protagonisti si rincorrono sotto la pioggia e, infine, si baciano.
Un gesto che segna, finalmente, l’inizio di quell’amore che traspare già per tutta la durata del film.

Colazione da Tiffany su Rete 4: curiosità sul film

“Colazione da Tiffany” è diventato celebre anche per le suggestioni musicali composte da Henry Mancini: il film, infatti, ricevette l’Oscar nel 1962 per la migliore colonna sonora.
Anche la canzone “Moon river” vinse un Oscar, e Mancini affermò che fu proprio la Hepburn ad ispirarlo con la sua malinconia.

L’attrice Audrey Hepburn non gradiva molto i biscottini Danesi che il suo personaggio gusta nel film, e chiese infatti al regista di poterli sostituire con un gelato, ma
Edwards non acconsentì.

Il meraviglioso abito da sera nero griffato Givenchy e indossato da Audrey Hepburn nel film fu messo all’asta nel 2006 e venduto per 467.200 sterline, ovvero oltre 687.000 €. Attuamente si trova al Museo del Costume di Madrid.

Colazione da Tiffany su Rete 4: curiosità sul film

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here