CONDIVIDI

L’esperta di fai da te e bricolage Barbara Gulienetti è tornata su Real Time. Lo scorso 20 Ottobre, infatti, via alla webseries Non solo cucce su www.realtimetv.it dove la Gulienetti spiega con dieci brevi e divertenti tutorial come costruire oggetti di uso giornaliero per gli amici animali riadattando oggetti nuovi oppure ormai in disuso nelle nostre case, dalle t-shirt a vecchi mobili.

Gli animali sono i protagonisti dei dieci video – 10 prodotti da YAM112003 per Real Time con la partecipazione di ENPA – Ente Nazionale Protezione Animali – dove dalle ciotole per la pappa alla cuccia nuova, dal giochino da appartamento a quello da giardino, la Gulienetti dà sfogo alla creatività, ricordando sempre che l’utile non esclude il dilettevole.

L’abbiamo raggiunta telefonicamente per saperne di più, non solo del suo ultimo progetto televisivo.

Quali le peculiarità del nuovo progetto web Non solo cucce? Cosa riserva agli spettatori?

Barbara: Rimango sempre nel campo del bricolage, ma stavolta dedicato agli animali domestici. Come creare un habitat carino che possa essere ideale per la casa, sempre in relazione agli amici animali.

L’idea è stata sua o c’è stata la percezione che il pubblico aspettasse qualcosa di nuovo, magari da messaggi ricevuti in redazione?

Barbara: Non è stata mia l’idea. Io ho un cane che adoro, amo gli animali. Chiacchierando si è arrivati a questo progetto. Così, per caso.

Come mai la scelta di portare Non solo cucce solo sul web? O è un esperimento preventivo?

Barbara: Bella domanda, ma dovrebbe rispondere la rete. Non lo so. Ad oggi non si pensa di portarlo in TV, ma non ho idea del futuro.

Barbara Gulienetti_Non Solo Cucce_

Sta lavorando ad altri progetti per la tv in questo momento?

Barbara: No, sto facendo la vita della decoratrice.

In tv porta la sua passione – l’arte – ma vorrebbe iniziare a cimentarsi con qualcosa di diverso oppure va bene così?

Barbara: Sarei contenta di fare qualcosa di diverso. Visto che già uscire dallo studio di Paint your life e passare a Paint on the road, dove c’era un contatto con l’esterno e le persone, mi è piaciuto da matti, mi piacerebbe fare qualcosa di diverso. Più verso la conduzione e meno tutorial.

Nel caso in cui ci fosse la chance di condurre un reality-talent su tematiche a lei affini, le piacerebbe condurlo quindi?

Barbara: Sì. Ma non necessariamente legato al bricolage. La mia vita va anche oltre il bricolage. Magari qualcosa nelle mie corde. Io amo gli animali, la lettura, il cinema, l’ecologia e tutto quello che concerne il riciclo. Interessi ne ho tanti.

C’è mai stato un incidente televisivo? Un intoppo nella puntata rivelatosi un aneddoto che ricorda con piacere?

Barbara: In una delle prime edizioni di Paint your life una ragazza aveva portato una tavoletta del gabinetto per farne uno specchio e io non riuscivo ad andare avanti. Ridevo come una pazza. In quella puntata tutto il tempo guardo il tavolo perché non riesco ad alzare lo sguardo.

Casa sua è arredata con lo stesso stile che propone in TV?

Barbara: No. Casa mia è quasi sobria. C’è tanto colore, rosso soprattutto. Ma ci sono anche tanti toni neutri, come il grigio, il beije. C’è riuso, vintage e tantissimi ricordi di viaggio. La mia casa non è mai la stessa. E’ in continua evoluzione. Magari cambio colore a una stanza o tappezzeria a una sedia. C’è una mia amica che vive in Messico e quando viene in Italia, dove ha il suo ufficio, entra a casa mia ed esclama: ‘vediamo stavolta cosa è cambiato!‘.

L’oggetto più insolito che custodisce in casa?

Barbara: Un contenitore per il latte in legno, africano. Molto carino. Un regalo.

Il suo lavoro da decoratrice – sappiamo che girava il mondo dipingendo anche ville di lusso – è ancora la sua quotidianità?

Barbara: Sì. La televisione mi occupa poco tempo. Continuo felicemente a fare la decoratrice. Sono sempre in giro.

Gli oggetti che le piace di più regalare, magari a un compleanno?

Barbara: Quello che si adatta alla persona. Ad un appassionato d’arte dei pastelli introvabili. Ad un amante della cucina il gadget perfetto. Oppure, una cosa che mi piace molto portare in regalo, ma non per un compleanno, sono le piantine di erbe aromatiche.

E se il regalo tocca riceverlo a lei, per esempio per un invito a cena? Cosa gradirebbe le portassero gli invitati?

Barbara: Niente. Sono felice che vengano e basta. A me piace molto avere gli amici a casa. Adoro cucinare, avere tante persone attorno a un tavolo. Mi piace lanciarmi in piatti nuovi, senza provarli prima, con somma disperazione di mio marito e dei miei figli (c’è mio figlio che sta qui accanto e ha fatto ‘bleah’). Io le prove le faccio con gli amici, ma sono buoni amici, quindi me lo posso permettere, eccetto per una pasta e fagioli rimasta epocale (ride).

Grazie a Barbara Gulienetti da Blogdicultura.it

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here