CONDIVIDI
#asiaargento

“Se quanto scrive oggi il New York Times fosse confermato, questa vicenda sarebbe del tutto incompatibile con i principi etici e i valori di Sky e dunque – in pieno accordo con FremantleMedia – non potremmo che prenderne atto e interrompere la collaborazione con Asia Argento”.

L’accusa di molestie sessuali di Jimmy Bennett colpisce duramente Asia Argento che, come scrive Sky in una durissima nota potrebbe vedersi esclusa dalla partecipazione a X Factor.

L’attrice, portavoce del movimento #Metoo, è finita nell’occhio del ciclone dopo che sono emersi alcuni rapporti tra gli avvocati della Argento e di Bennet su un presunto accordo economico per risarcire il giovane dei traumi nati da un rapporto sessuale quando aveva diciassette anni.

Subito si è scatenato un polverone social che richiedeva l’estromissione della diva dalla trasmissione, accostandola così agli stessi personaggi contro i quali si era scagliata.

La questione, nel caso della Argento è estremamente differente e i dati non sono ancora ben chiari, purtroppo però la rete è facile ai forconi ed ecco che qualcuno scriveva già ieri: “Ma è normale che un personaggio come #AsiaArgento che ha patteggiato con un giovane che l’accusava di molestie, resti giudice di un programma visto dalle famiglie come #XFactor?”.

“E per #XFactor come si fa? La licenzieranno, oppure si son già scordati di come hanno disintegrato Spacey per motivi estremamente simili?”

“Ma quindi adesso @XFactor_Italia licenzierà la signora Asia Argento? Un po’ com’è successo agli uomini coinvolti in accuse di molestie sessuali… Da donna voglio i pari diritti anche in senso negativo”.

“Se #asiaargento fosse un uomo quanto tempo impiegherebbe @SkyUno a cacciarlo dal suo programma di punta?!”.

Un duro commento arriva anche dalla Lucarelli: “Quindi se la sanzione morale vale per tutti, Asia Argento viene segata da X Factor”.

E così è stato:

“Sky Italia e FremantleMedia Italia – Continua l’emittente televisiva- hanno letto oggi con attenzione e stupore quanto pubblicato dal New York Times su Asia Argento. Va ribadito che Sky Italia e FremantleMedia non hanno scelto Asia Argento come giudice di X Factor Italia per il suo impegno nella campagna #Metoo né per le sue posizioni personali, bensì – come è sempre avvenuto per i giudici di X Factor Italia – per le sue competenze musicali e le sue capacità di gestire un ruolo televisivo in un programma di questo tipo”.

“Competenze e capacità ampiamente confermate durante le puntate di audizioni, registrate nelle scorse settimane, come possono confermare le migliaia di persone che vi hanno assistito tra il pubblico”, prosegue la nota.

Ed ecco che la carriera della Argento potrebbe subire un grosso stop come sta accadendo con tutti i personaggi legati a questo tipo di vicenda. Se le accuse dovessero essere smentite, potrebbe essere comunque troppo tardi, dato che l’immagine è stata ormai macchiata.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here