CONDIVIDI
Kevin Spacey flop

Flop senza precedenti per Kevin Spacey, la star di House of Cards, negli ultimi mesi al centro di uno scandalo sessuale che vede vittima un minore è uscito questo week end nelle sale USA con il suo nuovo film totalizzando una somma di biglietti venduti pari a 126 dollari. Ovvero meno di un biglietto a sala venduto.

Un crollo tremendo per l’attore che potrebbe tagliarlo fuori per sempre dal circuito cinematografico.

Il flop segue la scia del caso Harvey Weinstein, che vede un boicottaggio totale delle produzioni legate a personaggi nell’occhio del ciclone dello scandalo sessuale.

Billionaire Boys Club“, potrebbe essere l’ultimo film di Spacey, la cui carriera è stata devastata e che in questo momento non sta lavorando ad alcun film, dato che, averlo nel cast potrebbe portare a risultati come quelli di questo fine settimana.

Spacey è accusato di molestie nei confronti di giovani attori, sia a Londra dove Spacey dirigeva il teatro Old Vic, che a Los Angeles.

Ed ecco che il fine settimana USA vede “Crazy Asian Girls” realizzare ben 30 milioni di dollari di incassi, mostrando quindi un affluenza elevata che trasforma il risultato di Spacey in una pura punizione del pubblico.

Dopo il licenziamento dalla serie “House Cards” di Netflix e la cancellazione delle scende da lui interpretate in “All the Money of the World” di Ridley Scott, il futuro di Spacey è estremamente buio, inoltre i processi relativi alle accuse sono in corso e, data la gravità dei reati che gli vengono attribuiti, l’attore potrebbe dover scontare anche la prigione a seconda dei risultati finali e del giudizio della corte.

Di sicuro non lo vedremo sugli schermi per un bel pezzo, e ancora una volta il mondo dei VIP e delle star Hollywoodiane mostra una faccia molto più oscura della realtà patinata che per anni ci era stata proposta.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here