CONDIVIDI

In tv lo vedremo sfrecciare solo dal prossimo autunno, ma intanto il trailer di The Flash ci da più di un’anticipazione su quanto sarà spettacolare la nuova serie prodotta dalla CW dedicata al velocista scarlatto della DC Comics. Ma il promo andato in onda durante il season finale di Arrow in realtà ci svela qualcosa in più, lasciando intendere la possibilità concreta di un crossover tra questi due amatissimi supereroi.

Del resto The Flash nasce proprio come una costola della serie dedicata all’arciere mascherato. Il personaggio di Barry Allen (Grant Gustin) è stato infatti introdotto nell’ottavo e nono episodio della seconda stagione di Arrow quando il giovane scienziato forense si reca a Starling City, la città di Oliver Queen/Arrow (Stephen Amell) per indagare su una misteriosa rapina (ottavo episodio, “The Scientist”). Nel finale dell’episodio successivo, tornato nel suo laboratorio a Central City viene colpito da un fulmine causato da un incidente all’acceleratore di particelle dei Laboratori S.T.A.R. Chi mastica fumetti sa bene che questo episodio trasformerà Barry in un supereroe dalla velocità sovraumana.

Nel teaser trailer vediamo finalmente il Flash di Grant Gustin in azione, mentre lancia una sfida al giustiziere con l’arco, che quasi stizzito per aver trovato qualcuno più veloce delle sue frecce, lo apostrofa con un “esibizionista” (showoff). Ma la presenza di Freccia Verde non lascia intendere soltanto che i due supereroi agiranno anche televisivamente in un universo condiviso, al pari di quello dei fumetti. Come ha rivelato Stephen Amell a Tv Guide infatti, Arrow apparirà nel pilota della serie dedicata alla saetta rossa. Nel primo episodio di The Flash Barry va da Oliver: “È un piccolo frammento del suo pilota dove io e lui condividiamo una scena insieme – spiega Amell – , ma durante le riprese, avevo la sensazione di essere nel nostro show perché lui viene a Starling City. Questa è stata una delle cose più gratificanti che ho fatto come attore perché giravamo, due anni dopo, con lo stesso gruppo con cui abbiamo realizzato il nostro pilota e lo stesso regista. Era come tornare indietro nel tempo. David Nutter mi ha chiesto di farne parte e io non potevo dirgli di no”.

http://www.youtube.com/watch?v=rnXsnR-2AvU

Questo del pilot non sarà certo l’unico crossover tra i due show: “Saremmo pazzi se non facessimo crossover. Non so che debba essere per un grande evento, ma gli spettacoli condividono un universo, e non utilizzando questo fatto sarebbe una follia. Sono sicuro che a un certo punto lo rifaremo”.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here