CONDIVIDI

E’ufficiale, ‘La Grande Bellezza‘ di Paolo Sorrentino fa decisamente tendenza.
A distanza di un mese dalla vittoria del premio Oscar il ‘miglior film straniero‘ è ancora uno dei temi più discussi sui social network, anche se questa volta è tutta ‘colpa’ di Checco Zalone.
L’amatissimo comico pugliese, più volte campione di incassi al cinema, è stato ospite di Maria De Filippi durante la prima puntata del serale di ‘Amici‘, andata in onda su Canale 5 il 29 marzo.

Ebbene anche in questa occasione il mitico Checco è riuscito a sbalordire il pubblico con una divertente imitazione di Jep Gambardella, l’iconografico protagonista de ‘La Grande Bellezza’.
E’bastato indossare una giacca rossa, un paio di occhiali neri e stringere una sigaretta tra i denti per rievocare le movenze del viveur romano, interpretato sul grande schermo da Tony Servillo.
Sulle note della Carrà e con una inaspettata cadenza napoletana il finto Jep ha ‘duettato’ con la padrona di casa, che si è simpaticamente prestata a uno sketch pieno di battute esilaranti.

In sala erano presenti Matthew McConaughey, premio Oscar per ‘Dallas Buyers Club‘, Luca Argentero e Sabrina Ferilli, che nel film ha interpretato il ruolo della spogliarellista Ramona.
Al termine del siparietto, condito da risate fragorose e applausi del pubblico presente, si è però scatenata una prevedibile bufera su Twitter nella quale diversi utenti hanno espresso un parere sullo spettacolo.
C’è stato chi si è indignato, come Anna Pettinelli che ha accusato Zalone di volgarità e chi invece ha molto gradito il numero come Marco Giusti, che ha dichiarato:
Soltanto Checco Zalone può impunemente fare l’imitazione di Jep Gambardella‘.

Il ‘superpapà’ di ‘Sole a catinelle‘ è riuscito a sorprendere ancora una volta gli spettatori chiamando in causa, anche se brevemente, la Ferilli e Argentero, che dalle poltrone dello studio assistevano divertiti allo spettacolo.
Naturalmente la sua imitazione ha colto solo alcune sfumature del personaggio di Sorrentino, quelle più ‘leggere’ e adatte a una esibizione comica.
Quanto alla sua presunta volgarità, è palese che nei palinsesti nazionali vi siano ben altri prodotti vergognosi e triviali, molto più pericolosi di Jep Gambardella in versione rivisitata.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here