CONDIVIDI

Esce oggi primo aprile (ma per fortuna non è un pesce d’aprile!) il nuovo video La Valle dei Re di Marco Mengoni, che stavolta interpreta un testo non scritto da lui ma da un’eccellente Cesare Cremonini. Il singolo, quinto estratto dal fortunatissimo album #prontoacorrere, era già uscito a metà marzo ma il cantante ha lasciato il tempo al pubblico di assimilare il testo e la melodia, per proporre solo in seguito la sua personale rappresentazione di questa canzone nel videoclip appena uscito.

In questo video, nato come sempre da un’ idea di Mengoni e girato nel veronese da Gaetano Morbioli per Run Multimedia, all’arrangiamento del brano che evoca un mondo onirico, si contrappongono immagini del tutto reali, che raccontano una storia autentica, mostrata senza filtri. Nel video, infatti, scorrono le inedite immagini amatoriali girate dalla famiglia Mengoni che si alternano a immagini della attuale vita quotidiana del cantautore, altrettanto semplici: dai compleanni alle vacanze estive al mare da bambino, dalla sveglia del mattino al giro in moto di Marco da adulto.

Nello scorrere delle immagini, Mengoni sembra spiegarci che lui è sempre uguale a se stesso ma nel contempo è in costante evoluzione: il bambino e l’adulto sono la stessa persona ma uno è l’evoluzione dell’altro, che a sua volta non potrebbe esistere senza il precedente. E allo stesso modo, anche il contesto e le persone che hanno fatto parte della storia del protagonista cambiano, nell’evoluzione naturale della vita. Fattori esterni a noi che entrano in relazione con noi essendo necessari alla realizzazione di questo processo evolutivo individuale. Il video mostra dunque un Mengoni, potremmo dire, in movimento aristotelico, dalla potenza del suo essere bambino all’atto del divenire uomo, in un processo positivo di crescita e costruzione continua di se stesso.

Le riprese sono effettuate senza effetti speciali e, proprio per la loro semplicità, di grande impatto emozionale. Il presente contiene il passato e viceversa, attraverso la scelta cinematografica di Morbioli grazie alla quale un gesto o un’azione determinano il passaggio visivo ad una nuovo set, ad una nuova situazione, in un susseguirsi di immagini per un crescendo di emotivo che segue quello sonoro della canzone stessa. Le immagini del presente si intrecciano con quelle del passato in un rimando continuo che diventa compenetrazione quando il Marco bambino sembra cantare le parole di questa canzone e interpretarla con gli stessi gesti con cui Mengoni l’ha interpretata durante il suo ultimo tour. Niente castelli e corone, a cui invece rimanda il testo, solo sguardi che dicono quanto e più delle stesse parole che si ascoltano. I sorrisi, alla fine, esprimono tutta la determinazione dell’artista a proseguire il proprio cammino e ad interpretare il proprio destino, che nelle immagini del passato sembra già evidente.

Mengoni ci svela così un altro aspetto di se, essenziale e privo di sovrastrutture, senza temere di mostrarsi per quello che è, un artista sicuro del proprio talento e determinato a seguire la propria idea di percorso artistico, mettendo in tutto ciò che fa il cuore, esattamente come lui stesso raccomanda sempre di fare ai suoi fans. Un punto di forza per questo giovane artista che è secondo solo alla versatilità della sua voce. Questo video autobiografico, di cui la settimana scorsa abbiamo visto una piccola anteprima durante il TG1 e che è stato integralmente trasmesso in anteprima da Sky Uno venerdì 28 marzo, ha una fortissima valenza emotiva soprattutto per i fans del cantautore che nelle immagini del passato del loro beniamino hanno visto quella volontà di condivisione già più volte dimostrata da Mengoni ma che, stavolta, riguarda quella sfera privata finora mai concessa al pubblico.

In poche ore il video ha, infatti, già totalizzato 10.000 visualizzazioni confermando un successo per Marco Mengoni e per il suo ultimo album #prontoacorrere stabile da 53 settimane tra i primi 30 dischi più venduti in Italia (classifica Fimi/Gfk). Reduce dalla vittoria come miglior cantante italiano ai Kids’ Choice Awards 2014, Mengoni mette a segno un nuovo colpo nella propria carriera in Italia mentre prepara la promozione all’estero con un nuovo album che sta per essere lanciato sul mercato iberico, preceduto dal singolo Incomparable, versione spagnola de L’Essenziale. I fans di Mengoni, sempre molto attivi sui social, hanno salutato l’arrivo del nuovo video con una fan action su Twitter lanciando l’hashtag #LaValleDeiReOnVevo.

Il Testo de La Valle Dei Re
In questa valle c’è già
un re che canta e la sua regina
Tradito dalla propria metà
Ciò che rimane non è la vita
Fuori dalla mia proprietà
E questa volta non la voglio una scusa
Fuori dalla mia città
Vedrai scomparire l’oro della corona
Cadere rotolandosi fino le mura
E allora mi chiederai se
Sei fuori dalla valle dei re
E non mi importa se
Sei fuori dalla valle dei re
E non mi importa se
Non ci sei
Non ci sei
Ho detto fuori dalla mia proprietà
E questa volta non la voglio ma scusa
Fuori dalla mia città
Vedrai scomparire l’oro della corona
Cadere rotolandosi fino le mura
E allora mi chiederai se
Sei fuori dalla valle dei re
E non mi importa se
Sei fuori dalla valle dei re
E non mi importa se
Non ci sei
Tu non ci sei
Piccole parole che non hanno più importanza
E soliti pensieri che mi riempiono la stanza
Le solite bugie che mi inchiodano la testa
Chiedo scusa
Sono ancora un re
Se fuori dalla valle dei re
È non mi importa se
Sei fuori dalla valle dei re
Sei fuori dalla valle dei re

di Carla Colletta

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here