CONDIVIDI

Adrian continua a non funzionare con il pubblico.

La serie animata di Celentano ha ottenuto infatti 3.869.000 telespettatori, il 15,41% di share.

Il format peggiora ulteriormente quando parte il cartone animato che fa perdere 2 milioni di spettatori.

Celentano è più presente, ci sono ospiti e interventi ma Adrian non funziona.

Sembra proprio che sia il cartone stesso a danneggiare la trasmissione o a non essere capito dal pubblico.

“Con questi quattro abbiamo l’intrattenimento, mentre con Massimo Giletti abbiamo la guerra, i furti e le catastrofi. Qui c’è la televisione. Loro sono la nostra finestra sul mondo, attraverso di loro ci arriva il bello e il brutto dell’umanità. Io credo che dobbiamo cambiare la tv: cambiare è sempre positivo, anche quando si sbaglia. Bisogna essere più diretti, più schietti, meno caramellosi”, parla così Celentano criticando diversi format televisivi di successo.

“Si potrebbe dire che Adrian è un urlo, un grido d’amore ma soprattutto un grido di aiuto. Voi che dalle vostre case adesso mi state guardando voglio dirvi che non ho dimenticato che nelle prime quattro puntate voi mi avete condannato, accusandomi di essere poco presente, senza minimamente pensare ad Adrian, alle cose che voleva dirvi, che succedono e succederanno. Ma voi che mi state guardando eravate arrabbiati perché quando io ero in scena non parlavo e non cantavo e adesso siete ritornati, sperando che ora mi comporti diversamente dalla volta scorsa. Non avete capito niente allora. Io non solo non farò come la volta scorsa, ma faccio una cosa in più, stavolta ve lo do io il motivo per cambiare canale. Io me ne vado, spegnete tutto”.

Uno sfogo straordinario quello di Celentano che sembra volere andare in fondo con una serie che potrebbe essere compresa e rivalutata in futuro.

Giletti lo definisce l’antenato di Greta Thunberg:

“È stato il primo, ben trent’anni fa, a parlare di smog, ambiente e cemento armato. Ha preso una volta sola l’aereo nella sua vita per andare a Mosca. Fatti pagare i diritti d’autore, meriti anche un Nobel per la pace”.

Poi Celentano canta è riconquista tutti con le sue capacità fuori dall’ordinario.

Purtroppo il cartone continua a non convincere il pubblico, la causa del flop di spettatori sta proprio lì.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here