CONDIVIDI
Giancarlo Magalli

Quello che è sempre piaciuto di Giancarlo Magalli al pubblico italiano è la capacità di essere uno di “noi”, non si atteggia da star, non lo si vede mai comportarsi come una celebrità altezzosa e arrogante.

No, Giancarlo Magalli vive il suo essere una star televisiva come se fosse un lavoro comune, con una spontaneità positiva, una vicinanza con il pubblico che in pochi hanno.

Per questo lo si vede dirigere il traffico come volontario o partecipare agli sketch di alcuni youtubers, e per questo è in TV tutti i giorni da trent’anni: non si resta così tanto tempo sulla cresta dell’onda se non si ha il favore del pubblico.

Questa sua spontaneità, però, a volte porta a dichiarazioni che per qualcuno possono sembrare cattive: “Mi riconosco non una vena di crudeltà, ma di satira e di ironia. Vene che possono anche risultare cattive. Ma non è mai una cattiveria gratuita o crudele” spiega a “Oggi”.

Lui però in realtà si considera “un buono… mentre molti colleghi che in TV sembrano buoni in realtà sono cattivi”.

Già, quei colleghi, soprattutto donne, per cui ha la prima stoccata: “in televisione è più facile tra le donne trovare una qualità minore; purtroppo spesso lavorano non tanto perché brave, ma perché belle o un po’ raccomandate. Con le donne ci vuole più pazienza…”.

Una dichiarazione che ha ovviamente alzato un polverone sui siti e fra le sue colleghe.

Non ha nessun problema invece con Paolo Fox anche se da anni c’è chi dice che i due siano in lotta perenne: “Sono dieci anni che ascolto pazientemente 20 minuti di oroscopo. Lui sa che ho delle riserve sull’astrologia… purtroppo basta che un giorno lui mi faccia una battuta in diretta e sui social diventa una rissa tra me e Paolo. Chi monta questi casi è un deficiente”.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 − 5 =