CONDIVIDI
Chapman Weinstein

Il caso Weinstein ha generato un vero e proprio terremoto nel mondo delle celebrities mostrando una realtà fatta di ricatti sessuali e di abusi, già denunciata in modo piuttosto evidente nel film “Scarlet Blue” di Asia Argento.

Ecco che dopo la tempesta, che comunque non accenna a cessare con nomi nuovi e accuse di molestie continue, la moglie di Weinstein, Georgina Chapman, finalmente parla rompendo il silenzio per la prima volta dall’inizio dello scandalo.

“Pensavo di avere un matrimonio molto felice. Amavo la mia vita”, spiega sulle pagine di Vogue “C’era una parte di me estremamente naive”.

“Ho momenti di rabbia, momenti di confusione, momenti di incredulità. E ci sono momenti in cui semplicemente piango per i miei figli. Come saranno le loro vite? Cosa dirà loro la gente? Vogliono bene al padre. Lo amano. E’ insostenibile per loro”.

“Mi sono sentita così umiliata e così distrutta” spiega, a sette mesi dall’annuncio del divorzio. Un grosso periodo di crisi quello di Georgina Chapman che si è trovata ad abbandonare anche la sua occupazione legata al mondo della moda. Il peso dei reati compiuti dal presto ex marito, sembra infangare anche lei, ingiustamente. Il suo nome viene però collegato in modo irrimediabile a quello del marito.

“Tutte le donne che sono state ferite meritano dignità e rispetto per questo ho voluto dare loro il tempo di cui avevano bisogno”, ha concluso la Chapman, ribadendo la sua forte solidarietà a tutte quelle persone che hanno subito violenza, fisica e psicologica da un uomo che è stato capace di distruggere molte vite, compresa quella di sua moglie.

Sicuramente Georgina tornerà lentamente nel mondo dello spettacolo, per il momento però, pare aver scelto di farsi da parte, in attesa che le acque si calmino, che i processi abbiano il loro corso, e che finalmente il divorzio venga registrato.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here