CONDIVIDI
rocco fredella violento

 

La puntata odierna di Uomini e Donne è filata lisca fino a al momento della confessione di Gemma Galgani.

Secondo l’ormai celebre Dama torinese infatti, Rocco l’avrebbe minacciata.

Un’accusa pesante che mette in discussione la figura del personaggio tv, che lentamente aveva conquistato il pubblico con il tira e molla con la Galgani.

La dama torinese ha raccontato il suo stato d’animo dopo l’esperienza all’interno del castello.

Per prima cosa Gemma non ha gradito la presenza dell’organizzatrice dell’evento, stessa agente dei suoi ex compagni. Poi la De Filippi ha fatto entrare Rocco. L’uomo è apparso subito molto agitato e dopo poco ha sbito perso le staffe.

Rocco sostiene che la dama torinese si stia prendendo gioco di lui per ottenere notorietà. Il suo obiettivo non sarebbe quindi il rapporto con l’uomo o trovare una persona con cui star bene, ma semplicemente stare in tv il più possibile e creare scandali e gossip.

Ed ecco che emerge una cupo segreto. La Galgani infatti, ha rivelato di essere stata minacciata dall’uomo.

Gemma Galgani avrebbe ricevuto delle intimidazioni. Rocco, le avrebbe addirittura proibito di dire determinate cose nel corso della trasmissione.

Accuse pensanti che la Galgani sintetizza dicendo: “Rocco mi ha minacciato“.

Rocco Fredella apparirebbe quindi come un uomo violento. Immagine confermata da altre due donne intervistate in trasmissione.

Secondo le altre due dame, Rocco sarebbe troppo violento.

L’uomo avrebbe reazioni esagerate anche di fronte alle cose più semplici. Una delle due dame ha raccontato di averlo visto perdere le staffe, dopo di ché l’ha bloccata da tutti i social e dal telefono.

Un uomo dal carattere molto irascibile, almeno questo è quanto emerso in trasmissione.

Una situazione delicata soprattutto nell’era del femminicidio, alla quale la trasmissione dovrebbe stare ben attenta, anche per non passare messaggi sbagliati, e tollerare toni violenti e aggressivi.

 

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here