CONDIVIDI

Tra febbraio e marzo 2016 su Rai2 tornerà The Voice of Italy ma sono ancora molti i dubbi riguardo la quarta edizione del talent show: sembra si stia andando in direzione di un totale restyling della giuria.

La versione italiana del format olandese, diffuso ormai in tutto il mondo, non è nuova ai cambiamenti: dal conduttore Fabio Troiano a Federico Russo, da Riccardo Cocciante a J-Ax, da Raffaella Carrà ai Facchinetti (padre e figlio), i passaggi di testimone non sono mai mancati.

Quest’anno però probabilmente si andrà in contro ad un vero stravolgimento. Un addio è già ufficiale: quello di Noemi che dice di voler chiudere la parentesi televisiva per dedicarsi completamente alla sua musica. La cantautrice romana, dopo la vittoria di Suor Cristina, aveva già espresso la propria perplessità sul format e sulla sua capacità di premiare il talento, incertezza manifestata anche dal rapper J-Ax che si riferisce a The Voice come a “quel talent in cui cantanti, che sperano di realizzare dischi di successo, giudicano talenti musicali che dischi di successo non li faranno mai”.

Parole dure che sembrano segnare il secondo strappo nel cast e che però colgono nel segno, vista la lampante incapacità del programma di lanciare artisti capaci di imporsi sul mercato discografico nostrano (al proposito ricordiamo che la vincitrice della prima edizione, Elhaida Dani, ha avuto successo sì ma in Albania).

Ma non finisce qui. Le ultime indiscrezioni chiamano fuori anche Roby e Francesco Facchinetti (che con Fabio Curto hanno vinto la scorsa edizione) e quasi certamente anche Piero Pelù, mentre il produttore Marco Trombolini smentisce su Twitter il ritorno della Carrà.

Molti dubbi, una sola vera certezza: fra qualche mese la musica tornerà a battere su Rai2. Non ci resta che aspettare.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here