CONDIVIDI

Al via il Taormina Film Fest 2016, kermesse cinematografica ambientata nella splendida cittadina siciliana, che anche quest’anno si preannuncia imperdibile per gli appassionati. Dal 10 al 18 Giugno infatti un parterre di grandi ospiti internazionali affiancherà il Presidente Onorario Richard Gere, in un’edizione mai stata tanto “hollywoodiana”.

L’occasione infatti è quella imperdibile di poter vedere da vicino divi del grande schermo, dagli immortali Susan Sarandon e Harvei Keitel, a Jeremy Renner (star della saga degli Avengers). Accanto a loro un parterre di ospiti di primo livello, tra i quali spicca la bellissima Rebecca Hall.

Interessantissimo anche il consueto spazio con la Taoclass, anche quest’anno dedicato alle eccellenze del cinema e delle serie tv; grande attesa in primis per Salvatore Esposito, amatissimo interprete col suo Genny Savastano di “Gomorra-La Serie”. Grande spazio anche alle stelle del cinema italiano, con Claudio Santamaria e Gabriele Mainetti, reduci dal successo di “Jeeg Robot”; tra gli altri attesi ospiti anche il regista Marco Bellocchio, Alessandro Borghi e Marco Giallini. Particolare interesse poi per Iain Glen, star di “Game of Thrones”, che racconterà la sua esperienza nei panni di Jorah Mormont.

Ma Taormina Film Fest vuol dire anche (e soprattutto) poter vedere del buon cinema; prevista la proiezione di numerose pellicole interessanti, da “Ukraine on Fire” di Igor Lopatonnol, prodotta dal grande Oliver Stone, presente nei prossimi giorni in Sicilia, al progetto “Invisibili” dello stesso Gere, dedicato al dramma dei senzatetto. L’occasione sarà inoltre ghiotta anche per l’anteprima di quei film che si preannunciano come grandi successi della stagione tra i quali spicca senza dubbio “Alla ricerca di Dory” della Pixar, sequel del famosissimo “Alla ricerca di Nemo”.

Non resta ormai che attendere l’inizio imminente della kermesse, accompagnata dalle splendide madrine Bianca Balti e Rocio Munoz Murales, sperando possa contribuire ulteriormente alla crescita di un movimento, quello cinematografico nazionale, che dopo un’annata piuttosto proficua, appare finalmente in crescita.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here