CONDIVIDI

Dopo un grave incidente che lo ha reso paraplegico, il ricco Philippe decide di assumere Driss, un ragazzo di periferia appena uscito di prigione, come suo badante personale. I due non potrebbero essere più diversi, ma sarà proprio l’incontro tra universi completamente opposti che porterà i protagonisti a costruire una profonda quanto comica amicizia.

È questa la divertente ed altrettanto commuovente storia che i registi Nakache e Toledano hanno deciso di portare nelle sale cinematografiche nel 2011. Proprio questa sera, lunedì 11 gennaio, Canale 5 ci ripropone il loro film, e noi di Blog di Cultura ne abbiamo approfittato per cercare qualche curiosità.

Tratto da una storia vera, i protagonisti reali vengono mostrati alla fine, prima dei titoli di coda del film. I due registi si sono talmente tanto interessati alle vicende realmente accadute da decidere di trattare di un argomento difficile e delicato in una maniera del tutto diversa, umoristica e divertente.

Forse proprio questo tipo di originalità ha appassionato ed emozionato gli spettatori, che hanno permesso al film di raggiungere i 365 milioni di dollari di incassi in tutto il mondo. Nel nostro paese, si tratta del film francese più visto di sempre, con 14 milioni di euro al box office.

Quasi amici

Il film, che è stato girato in Francia tra le località di Cabourg, Calvados e la suggestiva Parigi, vanta un cast completamente d’oltralpe: tra gli altri, appaiono François Cluzet, nei panni di Philippe, Omar Sy, attore di origini senegalesi che interpreta Driss, Anne Le Ny e Audrey Fleurot.

Quasi amici

Per quanto riguarda le musiche, la colonna sonora di Quasi Amici è “Fly”, composta da Ludovico Einaudi. Del pianista italiano sono presenti anche altri brani, come “Writing Poems” e “L’origine nascosta”.

Attualmente non ci sono novità sull’inizio delle riprese, ma del grande successo francese era stato annunciato anche un remake americano, Untouchables. Al progetto si era candidato come regista Paul Feig, e si vociferava che anche Colin Firth ne avrebbe preso parte, interpretando il ruolo di Philippe.

Quasi amici

In una delle ultime scene, mentre si ritrova a parlare di arte, indicando un quadro si Salvador Dalì (La persistenza della memoria), Driss confonde il pittore spagnolo Francisco Goya con la cantante francese Chantal Goya.

In un’altra scena, invece, viene fatto anche il nome di Patrick Swayze: Driss, infatti, si rivolge ad un vicino di casa di Philippe, che ingombra con la sua auto il passaggio davanti all’ingresso della villa, dicendogli “Hey, Patrick Swayze!”.

Quasi amici

Un po’ come il protagonista del film, anche il vero Philippe ha dimostrato di essere un uomo dotato di grande umorismo ed ironia: dopo aver visto per la prima volta Quasi amici, ha dichiarato di aver applaudito con tutte e due le mani.

quasi amici

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here