CONDIVIDI
squadra antimafia

Sono diverse le indiscrezioni che riguardano un possibile ritorno di Rosy Abate, la “regina nera di Palermo”, nella decima e ultima puntata della settima stagione di Squadra Antimafia, che sta andando in onda dal 6 settembre su Canale 5. I fan sono in fermento e agitazione: sebbene si sa, poiché è stato ufficializzato dagli attori che interpretano i secolari protagonisti della serie poliziesca di Pietro Valsecchi, rispettivamente Giulia Michelini e Marco Bocci, che questa è l’ultima stagione sia per Domenico Calcaterra, il ribelle poliziotto, sia per la tenace mafiosa palermitana, Rosy Abate. La domanda, che tutti gli appassionati si chiedono ormai da diverse settimane, riguarda un probabile incontro tra i due personaggi dell’ultima puntata di Squadra Antimafia.

squadra antimafia

Probabilmente la produzione della serie vorrà regalare un ultimo momento di incontro tra Rosy e Calcaterra agli appassionati fan della serie. Se così dovesse essere, la regina di Palermo ritornerebbe in scena e dovrebbe spiegare diverse questioni relative alla sua improvvisa scomparsa dal convento di Catania, in cui, nel finale di Squadra Antimafia 6, aveva presto i voti. Cosa è realmente successo alla vecchia Rosy? Il suo personaggio si è completamente eclissato nel corso delle ultime due stagioni: come tutti sapranno, la morte del piccolo Leonardino (definitiva?) ha completamente sconvolto la terribile mafiosa, tanto da indurla ad aver bisogno di cure psichiatriche prima e a pretendere un po’ di pace per la sua anima nera.

La scelta di farla diventare suora ha sorpreso molto i fan. Come passare collimare l’atrocità dei mali commessi in passato, le malefatte compiute dalla mafiosa con una casta vita da monaca? In fondo, è stato proprio questo aspetto brutale e senza pietà di donna che non ha bisogno di nessuno e di potente boss mafiosa per diverse stagioni ad appassionare i telespettatori. Tutti, ovviamente, desiderano vedere il ritorno di Rosy Abate almeno nell’ultima puntata e ricongiungersi, anche solo per un momento, con Calcaterra.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here