CONDIVIDI
squadra antimafia

La sesta stagione di Squadra Antimafia 6 incomincia con un salto temporale di almeno 6 mesi in avanti rispetto alla quinta stagione. Il vicequestore Domenico Calcaterra si trova in Montenegro, dove prende parte con la polizia locale ad un blitz all’interno di una lussuosa villa in cui si nasconde il potente boss della mafia russa, Arcadij Pojiatiev, detto “Afrikanietz”, uomo che la Duomo sta cercando da tempo. Nella villa però Calcaterra si imbatte in un killer mascherato in fuga che ha ucciso Afrikanietz. Accanto al suo corpo la polizia russa trova un messaggio scritto in cirillico con il sangue: si tratta di un vecchio codice dei servizi segreti italiani, che nasconde il nome di un’organizzazione segreta, “Crisalide”.

Calcaterra identifica il misterioso Killer. Si tratta di un vecchio agente corrotto dei servizi segreti Filippo De Silva. Alla Duomo lo aspettano la sua compagna Lara Colombo e la squadra composta da Francesca Leoni, Vito Sciuto e Sandro Pietrangeli. Dopo aver sconfitto il clan Ferro e la morte del piccolo Leonardino Abate, che ha portato Rosy Abate ad un totale crollo psicologico, tanto da essere rinchiusa in un ospedale psichiatrico, Calcaterra e i suoi devono affrontare una nuova minaccia che incombe su Catania e la Sicilia: una nuova famiglia mafiosa è pronta ad imporre il suo potere. Il clan dei Ragno è composto da tre fratelli, Nicola, riflessivo e razionale, Rachele, ambigua e trasgressiva ragazza, e l’impulsivo e e spietato Ettore.

Ettore Ragno in carcere ha stretto un importante legame con Don Carmine Spinone, ex reggente del quartiere di San Vincenzo, e questo rapporto porterà la sua famiglia ad impossessarsi del mandamento e di alcuni quartieri della città di Catania. La Squadra Antimafia indaga fin da subito sulla nuova famiglia mafiosa e si imbatte con vecchie conoscenze. Sciuto viene coinvolto personalmente in quanto incontra Carmela Ragno, sua vecchia amica e madre dei cugini Ragno. La donna non è coinvolta nelle attività mafiose ma chiede all’amico poliziotto di aiutare i suoi due figli. Intanto il vicequestore Lara Colombo è costretta a riallacciare i rapporti con la sorella Veronica, imprigionata con l’accusa di associazione mafiosa e concorso nell’omicidio del piccolo Leonardo Abate.

Veronica Colombo, donna ambiziosa e cinica, nasconde vecchi contatti con Spinone. La sua uscita di prigione insospettirà Calcaterra da indurlo a pensare che la donna abbia cancellato l’unica prova che potesse accusarla della morte del bambino: il DNA sul cadavere di Leonardino. Ben presto De Silva ritorna in scena in modo misterioso. Il suo obiettivo è rimettere in gioco Veronica Colombo e usarla come mezzo di trattative tra Crisalide e la famiglia Ragno. Le indagini della questura si ritrovano ad un punto cieco e Calcaterra deve fare i conti con i servizi segreti, che molti anni prima hanno sciolto il SISMI per dare vita alla misteriosa organizzazione “Crisalide”. La Duomo inizia ad indagare sugli obiettivi e sugli affari non del tutto puliti del nuovo e pericoloso nemico.

Cosa succederà nella settima stagione di Squadra Antimafia 7? Riuscirà Calcaterra a sconfiggere de Silva e Crisalide una volta per tutte?

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here