CONDIVIDI

Le critiche su Gabriel Garko e il suo ruolo di co-presentatore a Sanremo 2016 non smettono di arrivare da ogni dove. E allora perché non farne un punto di forza, invece di far come se nulla fosse?

Sicuramente a questo avranno pensato gli autori, e magari lo stesso Garko, che dimostra di essere perfettamente cosciente di essere stato protagonista di alcuni strafalcioni, di essersi dimenticato cosa dire, e di non essere per niente spontaneo, tanto da essere praticamente sempre obbligato ad inforcare gli occhiali e a leggere il gobbo per presentare gli artisti in gara.

Dopo essersi messo in gioco nella seconda serata del Festival di Sanremo durante un’intervista doppia con Nino Frassica, anche questa sera Garko non smette di ironizzare sulle sue capacità piuttosto limitate di presentatore.

In un siparietto organizzato ad arte, Garko ha estratto una lettera, e ha iniziato a leggere, dicendo di essere in realtà molto abile e spontaneo nel suo ruolo, ma terminando la lettura con un ironico “adesso Gabriel ripiega la lettera e presenta l’artista successivo”.

Insomma, Garko sta chiaramente cercando di trasformare gli errori e le dimenticanze in piccoli punti di forza, dimostrando grande sincerità e autoironia. E soprattutto, il pubblico potrebbe anche apprezzare.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here