CONDIVIDI

Nella categoria Big quest’anno a Sanremo 2015 vedremo anche un artista che porterà sul palco dell’Ariston un pizzico di novità: si tratta di Nesli. Blog di Cultura, per prepararsi alla kermesse canora più rinomata d’Italia, ha messo a punto delle schede identikit: ecco quella di Nesli.

Chi è Nesli

Conosciuto all’anagrafe come Francesco Tarducci, Nesli, inizialmente Nesly Rice, è nato a Senigallia il 29 dicembre 1980. Se a qualcuno il cognome dice qualcosa, lo dice a ragione poiché Francesco è fratello minore di Fabri Fibra, con il quale però dal 2008 si sono interrotti i rapporti. Nesli si può definire un cantautore, dal passato rap ma che ora ha abbandonato. È lui stesso a chiarire il suo rapporto con il rap: “Quel genere mi andava stretto. Ho deciso di andare in controtendenza visto che è un treno lanciato“.

Sanremo 2015 – Speciale Big in gara: Nesli (IDENTIKIT)

Nesli è definito dai suoi fan come un poeta. Il mondo social gli si addice e non solo, lo ispira, tanto da fargli scrivere una canzone grazie alle idee di post pubblicati sulla sua pagina Facebook e commentati dal milione di fan che lo segue. Un cantautore che ha avuto un background di tutto rispetto, vantando collaborazioni anche in qualità di produttore. Nel 2003 Nesli pubblica l’album di debutto Ego dove la musica suonata dal vivo ha un ruolo da padrone.
L’anno seguente pubblica Home, secondo lavoro che lo vede questa volta anche produttore e collabora anche col fratello Fabri Fibra.

L’album Le verità nascoste segna un importantissimo traguardo per Nesli che viene premiato da La Repubblica XL come il miglior album hip hop dell’anno 2007. Ma Francesco dimostra di essere sempre pronto a sperimentare e a osare così pubblica gratuitamente sul suo profilo MySpace il mixtape Nesliving Vol. 1 e nel 2009 pubblica Fragile – Nesliving Vol. 2, uscito sotto la Doner Music.

Nel 2010 esce il suo quinto album L’amore è qui e collabora con Mondo Marcio. Il mondo della musica inizia a incuriosirsi e uno fra i primi è Tiziano Ferro: il brano La fine è stato reinterpretata proprio da Ferro per il suo album L’amore è una cosa semplice. Ma la svolta avviene nel 2012 con l’album, il sesto in studio, Nesliving Vol. 3 – Voglio: qui abbandona definitivamente il rap per il pop. Emma Marrone e Marco Mengoni drizzano le orecchie e chiedono di collaborare con lui.

Nel 2014 viene annunciato il nuovo progetto in collaborazione con la Universal Music: Andrà tutto bene, annunciato dal singolo omonimo. Nesli è dunque pronto per il palco dell’Ariston con una dose di scaramanzia nel taschino.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

5 − 1 =