CONDIVIDI
predator 2018

Viviamo un periodo ibrido dove il mondo del cinema e della cultura non riesce a vedere chiara la sua posizione. Nella difficoltà ad andare avanti e a rompere totalmente gli schemi imposti nei media, capita sempre più spesso che si ritorni al passato, vengono così riportate in vita creature, e pellicole che hanno segnato un’era cinematografiche, una di queste è Predator.

Ecco che Shane Black, autore di Iron Man 3, sta cercando di dare nuova linfa al franchise, mai sfruttato troppo bene dopo il primo episodio cult.

A quanto pare Black ha deciso di proporre un predatore spaziale diverso da quello che siamo abituati a conoscere, ci saranno infatti addirittura tre differenti versioni della creatura.

La storia del film seguirà le vicende di Quinn Mckenna, soldato che ha già affrontato l’alieno nel suo passato, assieme a lui si muoverà Jake Busey, figlio di un ossessivo agente governativo. Saranno questi gli eroi/anti-eroi che affronteranno la razza aliena di cacciatori per eccellenza.

L’ultimo trailer sembra far intuire come i predator si siano ibridati con altre razze aliene, forse per migliorare le loro facoltà di caccia.

Saranno quindi presenti anche predator giganti (questo dai rumor che girano in rete), oltre che due versioni mai viste prima e che si discostano molto dal mostro che siamo abituati a conoscere.

Difficilmente Black riuscirà a riprodurre il terrore e la genialità del capostipite della saga, niente vieta però che questo remake di Predator, possa trasformarsi in un titolo accattivante, in grado magari di fare onore a una delle creature più interessanti, ma peggio sfruttate del mondo dei mostri cinematografici.

I dubbi rimangono alti, specialmente da parte degli appassionati della serie di film che hanno criticato fortemente un certo aspetto da B movie che la pellicola sembra avere dal trailer.

A questo punto però non ci resta che attendere l’uscita della pellicola nelle sale per questo settembre.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here