CONDIVIDI

Ambiente cupo, musica da brividi, una voce profonda a narrare. Film horror? No, è la pubblicità del ristorante. Nuova frontiera nel mondo della comunicazione, un cortometraggio di circa 11 minuti sembra il modo più affascinante di raccontare non banalmente la realtà di un ristorante qualunque.

Un vero film, con tanto di titoli di coda, rappresentazione artistica della più comune delle realtà: il buon cibo. Il ristorante DiverXO di Madrid decide di farsi pubblicità in un modo certamente insolito, ma sicuramente d’effetto. Luci, suoni, colori: anche le performance degli attori, tutte molto intense, lasciano pensare ad un film dell’orrore.

La scena più emozionante? Quella della preparazione dei piatti, quando semplici gesti come affettare, spremere, spellare diventano movimenti d’avanguardia che portano il pensiero ai grandi artisti del passato. Un cuoco o il nuovo Michelangelo?

Un vero spettacolo, successo del genio creativo del regista e, sicuramente, anche del cuoco David Munoz. Fotografia magistrale, musica da brividi e riprese spettacolari portano un semplice spot pubblicitario nell’Olimpo dei grandi film. Rivoluzione culturale che, sicuramente, non passerà inosservata.

Il cibo sarà buono? Dalle espressioni e dall’estasi dei cupi protagonisti del filmato, sembra di sì. Meglio prenotare un volo per andare ad assaggiare di persona.

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 + sedici =